USA: Bitcoin salirà ancora se Biden avvierà nuovi sussidi

L’amministrazione Biden potrebbe lanciare nuovi pacchetti di stimolo della ripresa economica. Essenzialmente, un fiume di denaro in sussidi. Qualcosa come 3.000 miliardi di dollari, si mormora. Che magari qualcuno utilizzerà per comprare Bitcoin.

Abbiamo parlato di USA e criptovalute in questo articolo.

Ledger Nano X - The secure hardware wallet

L’amministrazione Biden potrebbe, a breve, attuare misure che potrebbero avere riflessi importanti nel mercato del Bitcoin. Vediamo come.

In tempi di pandemia da coronavirus, in ogni Paesi urgono le misure economiche per il rilancio. Una di queste è quella dei sussidi. Iniezioni di liquidità per i ceti più fragili e più colpiti dalla crisi.

Come nel caso degli USA. Il piano dell’amministrazione Biden entrante sarebbe proprio quello di inondare l’economia del Paese con bilioni di dollari. Fatto che potrebbe innescare nuovi rialzi nel bull market del Bitcoin. Dove sempre più investitori cercano rifugio dall’inflazione del dollaro statunitense.

Ci spiega tutto Axios, un portale di news di Arlington, Virginia. Ecco il link del post, datato 8 gennaio. Nell’articolo si segnala che Joe Biden avrebbe chiesto al Congresso l’erogazione ai cittadini USA di sussidio da 2 mila dollari. Come misura per mitigare gli effetti della crisi economica dovuta alla pandemia di COVID-19.

Ancora, il presidente entrante avrebbe proposto un pacchetto tra tasse e infrastruttura del valore di 3.000 miliardi di dollari. Una misura contenuta nel suo programma “Build Back Better”. Una risposta concreta, sostiene Biden, al deludente rapporto sull’occupazione di venerdì. Secondo cui si sarebbero persi circa 140.000 posti di lavoro solo a dicembre scorso.

Biden sta ragionando come, a suo tempo, ha fatto anche Trump.

Trezor - hardware wallet

Un Repubblicano che, parimenti, è ricorso ad analoghi stimoli economici contro gli effetti della pandemia. A marzo, il presidente cedente aveva approvato uno pacchetto di stimolo da 2.000 miliardi di dollari. Cui ha aggiunto, lo scorso mese, un ulteriore provvedimento da 900 miliardi di dollari. Utili a finanziare il sussidio da 600 dollari.

Tutte misure che corrono, in parallelo, con interventi da record della Federal Reserve. Che immette puntualmente nel mercato fiumi di dollari per contrastare la crisi di liquidità del momento. E mantenere i tassi d’interesse sotto controllo.

Mentre il potere d’acquisto del dollaro continua ad erodersi, grazie alle politiche di Trump ieri e di Biden oggi, ecco che entra in gioco il Bitcoin. Il quale nel 2020 è passato da asset di rischio a riserva di valore. Pertanto, le politiche USA di controllo dell’inflazione ne favoriscono l’adozione. Lo testimoniano gli acquisti continui da parte delle istituzioni. Che, pian piano, diventano le nuove “balene”. I nuovi “mega HODLer” del settore.

Lo riconosce anche JPMorgan Chase: il Bitcoin sta rubando sempre più quote di mercato all’oro. Il bene rifugio tradizionale, almeno finora. Pensate: venerdì scorso un Bitcoin valeva più di 22 once d’oro. Nuovo record.

Billfodl - seed custodian

FONTE: https://www.axios.com/

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *