Tyler Winklevoss: Fed stampa altro denaro, meglio Bitcoin

Federal Reserve, dollaro e Bitcoin

Per il noto imprenditore crypto, la Federal Reserve sta pianificando l’immissione di altra liquidità nel sistema economico USA. Quindi, dice lui, meglio investire in Bitcoin.

Abbiamo parlato di Federal Reserve e Bitcoin in questo articolo.

Ledger Nano X - The secure hardware wallet

Per Tyler Winklevoss, noto sostenitore dei Bitcoin, la Fed presto immetterà nuova liquidità nel sistema USA. E ciò porterà nuovi investitori a rivolgersi ad asset non fiat, come le criptomonete.

Jerome Powell, infatti, presidente della banca centrale statunitense, si è detto favorevole ad una nuova emissione di denaro. Chiaramente, al fine di contrastare la crisi economica legata alla pandemia da coronavirus.

Ne parla su Twitter Tyler Winklevoss. Che ricordiamo essere co-fondatore dell’exchange di criptovalute Gemini. Ebbene, Winklevoss sostiene che il discorso del capo della Fed era “un modo per dire di comprare Bitcoin“.

Il discorso in questione era durante una conferenza stampa del 5 novembre scorso.

Trezor - hardware wallet

In cui si discuteva dello stato attuale dell’economia USA e delle future politiche dell’istituto. Per Powell, la Federal Reserve non ha ancora esaurito gli strumenti a propria disposizione per sostenere l’economia durante la pandemia. Finora, è intervenuta in maniera diretta nei mercati azionari. Ha distribuito sussidi e pagamenti diretti ai cittadini statunitensi. Ed ora serve altro ancora.

Lo stesso notiziario Reuters ha riportato sul proprio canale Twitter un estratto del discorso.

Penso che avremo una ripresa più forte. Se solo riuscissimo ad ottenere più supporto fiscale quando appropriato. La quantità che il Congresso riterrà sia appropriata.

Da tempo, però, tanti esperti di economia fiat e di criptovalute mettono in guardia contro l’impatto a lungo termine di tali misure. Fuori tutto, nel corso del 2020 possiamo registrare dentro e fuori gli Stati Uniti un significativo aumento del debito pubblico.

E veniamo ai numeri.

Il bilancio della Federal Reserve è di circa 7,14 bilioni di dollari. Una cifra vicina ai massimi storici. Mentre il debito nazionale USA ha già superato i 27,2 bilioni di dollari. Un record assoluto.

bilancio Fed dal 2007
bilancio della Federal Reserve dal 2007 – fonte Bloomberg.com

Detto della Fed, l’analisi di Winklevoss si sposta sul Bitcoin. Il quale, questa settimana, ha visto il proprio prezzo aumentare in maniera vertiginosa. Oltre il 15% di aumento in sette giorni, non male. Soprattutto, è tornato a livelli che non si vedevano da inizio 2018.

Qualcuno dirà: lo aveva previsto PlanB, il noto analista della teoria “stock-to-flow”. Sei mesi fa, infatti, abbiamo assistito al dimezzamento delle ricompense per i miner, per via dell’halving.

Offerta dimezzata, quindi. E domanda aumentata, basti pensare a grandi investitori istituzionali come Grayscale, MicroStrategy e Square.

Non c’è praticamente più alcun BTC in vendita.

Questo il commento dell’utente Girevik, sul proprio canale Twitter.

C’è del vero nella sua affermazione. Guardando anche al fatto che esistono un gran numero di acquirenti sugli exchange a livelli inferiori ai 13.000 dollari. Ma pochissimi venditori fino ad oltre 16.000 dollari.

Billfodl - seed custodian

FONTE: https://twitter.com/tyler

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *