Time Magazine e Galaxy Digital uniti per il metaverso

metaverso

La leggendaria rivista statunitense unisce le forze con la società di investimenti Galaxy Digital. Una partnership mirata a fornire informazione sul vari settore del metaverso. Cos’è il metaverso? Scopriamolo insieme.

Abbiamo parlato di Galaxy Digital in questo articolo.

Ledger Nano X - The secure hardware wallet

Time Magazine è una istituzione americana dell’informazione. Da quasi un secolo. Galaxy Digital, invece, è un’importante società di investimenti orientata alle crypto. Ebbene, Time Magazine e Galaxy Digital stanno avviando insieme un progetto sul metaverso. Un’idea che consentirà ai lettori di comprenderne le dinamiche. E, per così dire, esplorarlo.

Ma prima di tutto, cos’è il metaverso? Affidiamo la risposta a Wikipedia.

Il Metaverso è un termine coniato da Neal Stephenson in Snow Crash (1992), un libro di fantascienza cyberpunk. Viene descritto come una sorta di realtà virtuale condivisa tramite internet. Dove si è rappresentati in tre dimensioni attraverso il proprio avatar.

Esempi di metaverso sono considerati i MMORPG e le chat in tre dimensioni. Come Second Life o Active Worlds.

Magari non avete mai sentito nominare dei progetti Second Life e Active Worlds. Roba di tipo quindici anni fa. Ecco, allora pensate al film “Ready Player One”, stupendo film del 2018. Ecco, il metaverso è Oasis, il mondo virtuale in cui Wade Watts, il protagonista, si muove attraverso il suo avatar Parzival.

Ready Player One
locandina del film “Ready Player One” del 2018 – fonte internet

Ma torniamo a Time Magazine e Galaxy Digital, ed al metaverso. La testata giornalistica ha riportato l’annuncio della partnership in un annuncio a questo link. Insieme alla società di gestione degli investimenti, vuole educare i lettori al metaverso. Attraverso articoli in una newsletter settimanale dedicata all’argomento. Con risorse formative sul proprio sito web. Grazie ad uno spazio virtuale fra le categorie della sua lista annuale delle 100 persone più influenti del mondo.

Mike Novogratz, CEO di Galaxy Digital, riferisce analogamente gli scopi dell’iniziativa.

Portare i lettori, i creator e i curiosi nel metaverso e smitizzare l’enorme trasformazione che sta accadendo.

Galaxy Digital è già partita con l’espansione nel metaverso.

Trezor - hardware wallet

Ad ottobre scorso, ha raccolto 325 milioni di dollari. In un round di raccolta fondi da impiegare per lo sviluppo di tale settore. Ecco cosa ci dice lo stesso Novogratz in un post su Twitter a questo link.

Sono entusiasta del fatto che Galaxy Digital e Time stiano lanciando la prima categoria dedicata al metaverso in TIME100 Companies. Lanceremo anche una newsletter settimanale sul metaverso. Che farà avvicinare lettori, creator e curiosi a questo mondo.

Grazie Keith Grossman per aver accettato il pagamento in Ethereum!

Anche Time Magazine ha confermato che la partnership con Galaxy Digital sia è conclusa utilizzando criptovaluta. Una certa quantità di Ethereum che Time terrà nel suo bilancio. Come già fatto con alcuni Bitcoin da aprile. Ottenuti da una partnership con Grayscale. In precedenza, Time aveva annunciato che avrebbe accettato dai lettori criptovalute per pagare gli abbonamenti digitali.

Il nostro primo obiettivo è quello di condividere un lessico appropriato. E la comprensione dell’idea e delle opportunità che stanno emergendo. Mentre diventiamo una specie sempre più digitale e continuiamo il nostro viaggio dal mondo fisico a quello virtuale. Lo dice Sam Englebard. Managing partner di Galaxy Interactive.

Nel metaverso ci sarà anche Facebook. L’azienda ha annunciato ad ottobre il rebranding in Meta. Un chiaro elemento che la società di Mark Zuckerberg sta concentrandosi sull’espansione nel metaverso. Addirittura, la notizia ha talmente suscitato interesse che alcune società di criptovalute, come KuCoin, hanno già acquistato terreni virtuali nel metaverso decentralizzato Bloktopia.

Billfodl - seed custodian

FONTE: https://time.com/

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *