Thailandia: nei cinema Major Cineplex si paga in Bitcoin

Bitcoin and Cinemas in Thailand

Major Cineplex Group è la terza maggiore catena di cinema del Paese. A Bangkok, la capitale, ha iniziato ad accettare criptovalute quale mezzo di pagamento.

Abbiamo parlato di pagamento con criptovalute in questo articolo.

Ledger Nano X - The secure hardware wallet

Major Cineplex Group non nasce come azienda che gestisce servizi di Bitcoin. Piuttosto, è un importante gestore di cinema in Thailandia. La novità è che ora consente ad alcuni suoi clienti di acquistare biglietti per gli spettacoli tramite criptovalute.

Ne parla un articolo dell’agenzia di stampa locale Siam Rath. Ecco il link. Secondo l’articolo, l’iniziativa di Major Cineplex fa parte di un progetto pilota. Finalizzato alla diffusione dei pagamenti crypto ed al supporto dell’innovazione di queste tecnologie.

Il progetto coinvolge altre aziende, chiaramente più attinenti l’area crypto. Come l’exchange Zipmex. E la startup di pagamenti digitali RapidZ.

Il lancio è avvenuto il 4 marzo.

Trezor - hardware wallet

Presso il Major Cineplex Ratchayothin, di Bangkok. Da quel giorno, i clienti del cinema possono comprare i biglietti scannerizzando un QR code con il proprio telefono cellulare. Così, tramite RapidZ, il pagamento utilizzando i propri Bitcoin. Da allora, Major Cineplex intende estendere il servizio di pagamenti in Bitcoin ad altre 39 sedi a Bangkok. Entro la fine dell’anno.

Narut Jiansanong è il portavoce di Major Cineplex. Costui ha dichiarato che il progetto vuole avvicinare i clienti che investono in crypto. E sono tanti in in Thailandia. Si calcola fino a 1 milione di possessori di criptovalute. Circa il 2% della popolazione adulta.

Nel Paese il settore crypto è sottoposto al controllo della SEC thailandese. La quale a suo tempo disse che occorreva adottare requisiti specifici per gli investitori in valute digitali. Per impedire l’acquisto di tali asset a chiunque abbia un reddito annuale inferiore ai 33.250 dollari USA. Una proposta a suo tempo espressa ma mani attuata. L’autorità ha infatti chiarito, più recentemente, che la proposta iniziale mirava soltanto a valutare la reazione degli investitori.

Billfodl - seed custodian

FONTE: https://siamrath.co.th/

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *