Attirati dagli incentivi statali al fotovoltaico, gli investitori russi hanno promesso grandi opere, hanno incassato gli ingenti fondi statali e se la sono battuta a gambe levate, lasciando aziende satellite fallite, impianti abbandonati e creditori con un pugno di mosche in mano. Indovinate chi c'è dietro in Italia...

Pubblicato in l'Italia dei furbetti

La RAI, si sa, è un costosissimo carrozzone che annovera un numero incredibile di "dirigenti" con stipendi favolosi. La goccia che fa traboccare il vaso, si fa per dire, è scoprire che gli ospiti illustri della RAI, come ai salotti di Porta a Porta, vengono omaggiati con gioielli ed altre regalie. Tanto paga il cittadino, con l'odiatissimo canone.

Pubblicato in l'Italia dei furbetti

Il premier Letta deve convincere Berlusconi a non staccare la spina al suo governo. Per farlo, commissiona una serie di sondaggi che poi, a seconda dei risultati, potrebbe mostrare all'alleato pidiellino. Ovviamente i risultati del sondaggio sono segreti, per la sola visione del premier e di chi dice lui. Ma attenzione, paghiamo noi.  

Pubblicato in l'Italia dei furbetti

Il sindacato della Polizia sdegnato accusa: il ministro della Salute, la Lorenzin, ha usato agenti della DIGOS come tassisti ed accompagnatori nelle sue visite lucane, anche di natura elettorale. Ma per i collaboratori del ministro, guarda caso, è tutto in regola. Nulla di nuovo, insomma.

Pubblicato in l'Italia dei furbetti
Pagina 8 di 17