Negli ultimi sei anni le casse dello Stato - cioè noi contribuenti - hanno versato ai deputati di Montecitorio, come rimborsi elettorali, più di 200 milioni di euro. Tutti spesi, soprattutto per pagare i tanti dipendenti. Incredibile: i 5 Stelle, gli unici deputati che risparmiano veramente, per questo sono stati colpiti da una sanzione. Mentre i pochi soldi non spesi nel 2013 restano in mano ai gruppi politici, che quindi possono usarli come un personale tesoretto quest'anno o in futuro.

Pubblicato in politica italiana

Gli sbarchi costano almeno 9 milioni di euro al mese. L'Europa contribuisce a questi oneri con circa 9 milioni di euro l'anno. Numeri alla mano, è chiaro che il problema per cui l'Italia si è impegnata è molto poco sentito come una questione europea.

Pubblicato in politica italiana

Ufficialmente, le società partecipate dallo Stato mantengono saldi gli interessi pubblici e garantiscono una guida uniforme e corretta ad imprese altrimenti indipendenti e forse più spregiudicate. In teoria: in pratica, si tratta di un carrozzone di poltrone date agli "amici di" che allo Stato costano tantissimo.

Pubblicato in politica italiana
Venerdì, 09 Maggio 2014 14:00

AGID, un altro carrozzone mangiasoldi

L'AGenzia per l'Italia Digitale è l'ennesimo, clamoroso carrozzone pubblico, uno dei tanti che il contribuente finanzia magari senza neanche saperlo, nella speranza che snellisca ed acceleri la funzione pubblica. Macché: ad oggi non ha realizzato che una percentuale miserrima dei propri obiettivi, ed ovviamente - avevate dubbi? - ha dilapidato soldi pubblici in appalti senza gara e stipendi favolosi ai soliti amici. Ma adesso ci pensa il ministro Madia...

Pubblicato in il cittadino
Pagina 6 di 17