Lo scopo è quello di ridurre i contenziosi. Insomma, indurre il cittadino a non far più ricorso contro le multe. I mezzi sono i soliti: aumentano i costi per attivare i ricorsi e diminuiscono le probabilità di avere un rimborso completo delle spese sostenute in caso il ricorso fosse vinto. Insomma, come se lo Stato ci dicesse "zitto e paga". Ancora una volta, pur di far cassa lo Stato fa razzia dei diritti del cittadino.

Pubblicato in il cittadino

In base alla legge in vigore il pagamento delle multe, come la maggior parte dei pagamenti verso lo Stato, dovrebbe avvenire per via telematica attraverso il bonifico. Invece, per esperienza diretta a Taranto funziona ancora come ai tempi della Prima Repubblica, con tutta l'arroganza di non voler cambiare ed adeguarsi. Tanto l'unica cosa che conta è che il cittadino paghi, chi se ne frega se per farlo incontra difficoltà burocratiche.

Pubblicato in il cittadino
Lunedì, 31 Dicembre 2012 15:41

anno nuovo, tasse nuove (e maggiori)

Questa sera ci dipingeremo il sorriso sul volto contando alla rovescia l'arrivo della mezzanotte. Ma qualcuno sarà già triste nella consapevolezza che dietro l'angolo ci aspettano tasse, balzelli ed imposte ben maggiorate. Vediamo i casi uno ad uno.

Pubblicato in il cittadino
Sabato, 15 Dicembre 2012 12:20

pneumatici da neve: obbligatori fuori città

Se l'ente gestore delle strade ne ravvede la necessità, i pneumatici invernali possono diventare obbligatori. In pratica, in caso di forti nevicate e strade difficili, non basterà avere a bordo le catene per evitare la multa.

Pubblicato in il cittadino
Pagina 10 di 13