Lunedì, 23 Febbraio 2015 13:00

addio al segreto bancario in Svizzera

Con la firma odierna del protocollo di intesa tra Italia e Svizzera, finisce in pari data il segreto bancario dei conti svizzeri per il fisco italiano. Fine di un'epoca in cui tanti "furbetti" varcavano il confine con le 24 ore piene di contanti.

Pubblicato in buoni esempi

Per difendere il proprio decreto, la Boschi invoca i tanti altri coinvolti negli effetti della misura ed il fatto che in Francia la soglia di impunità è ben più alta. Informazione quantomeno imprecisa: oltralpe il limite oltre il quale l'evasione è considerata reato è di 153 euro.

Pubblicato in politica italiana

Da fine giugno parecchie categorie di professionisti dovranno offrire la possibilità di poter pagare col bancomat o carta di credito, tramite il noto POS. Ovviamente l'obiettivo è il tracciamento delle attività commerciali e quindi la lotta all'evasione. In teoria la norma pensata da Mario Monti, dopo un percorso lento e difficile, da fine mese è legge e quindi va applicata. In pratica però non esistono sanzioni in caso contrario. Legge inutile, quindi?

Pubblicato in il cittadino

Tutti i professionisti, da luglio, dovranno farsi pagare con il cosiddetto POS, la macchinetta per accettare pagamenti con carta di credito o bancomat. Molto categorie professionali hanno provato a resistere, ma ormai il termine non è più differibile. Nuova tassa o trasparenza fiscale?

Pubblicato in il cittadino
Pagina 6 di 13