E' davvero incredibile: dopo decenni si scopre che una fabbrica che produce i materiali per ceramiche e sanitari di mezza Italia ha continuato a smerciare i propri prodotti contaminati da amianto, in barba alla legge che, da tempo, vieta l'impiego di tale componente. E chissà nel frattempo in quanti si sono ammalati per ci, e quanti lo faranno in futuro. Leggiamo bene.

Pubblicato in l'Italia dei furbetti

Nella legge di bilancio recentemente licenziata, oltre alle attese novità di ecobonus e sismabonus, compare anche la attesissima proroga per le detrazioni fiscali relative alle ristrutturazioni edilizie ed all'acquisto di mobili, grandi elettrodomestici e apparecchiature per le quali sia prevista l'etichetta energetica - i cosiddetti bonus ristrutturazioni e bonus mobili.

Pubblicato in il cittadino

Succede nel meridione: Giovanni Pellini, condannato ad Acerra per disastro ambientale dopo aver sparso rifiuti di ogni genere nella città campana, con la sua azienda continua ad aggiudicarsi gare, come quella del Comune di Bari per smaltire l'amianto.

Pubblicato in l'Italia dei furbetti