secondo Binance Research, è finito il periodo ribassista

Binance
Tempo di lettura: 2 minuti

Binance Research analizza la situazione in corso per i mercati di criptovalute. E conclude che il trend di ribasso dei prezzi delle principali monete (Bitcoin in testa) sia da considerarsi finito. Vediamo meglio i termini di tale convinzione.

Abbiamo parlato di andamento del Bitcoin in questo articolo.

Sappiamo che Binance Research è il braccio tecnico dell’omonimo exchange di criptovallute. E compie analisi tese ad individuare tendenze ed elaborare previsioni di mercato.

Ebbene, ci riferiamo secondo un’analisi pubblicata sul portale dell’exchange l’11 aprile scorso. Secondo la quale i prezzi del Bitcoin (BTC) e dei principali Altcoin avrebbero già toccato il loro punto più basso. In altre parole, più o meno lentamente ci si aspetta una ripresa del mercato.

Vediamo meglio i fattori tecnici che supportano la teoria di Binance Research. Innanzitutto, la correlazione tra i prezzi del Bitcoin e delle Altcoin. Stando ai dati raccolti dal 2014 al 2019, dove più o meno al centro si colloca il periodo con i prezzi più alti delle monete, a metà marzo scorso è stato registrato il periodo di correlazione più lungo nella storia del mercato.

Concluso il citato periodo di correlazione, ci si aspetta un’inversione di trend.

Insomma, da ribassista a rialzista. In dettaglio, Binance Research ha evidenziato l’intervallo di 90 giorni centrato sul calo del Bitcoin da circa 6.500 a circa 3.100 dollari USA. Secondo la loro analisi, si attende un analogo rimbalzo passata la fine del periodo di correlazione:

I dati sono stati raccolti da un periodo caratterizzato dalle più alte correlazioni interne registrate nella storia delle criptovalute. Essi, pertanto, potrebbero supportare l’idea che il mercato abbia già toccato il fondo.

Aggiungiamo altre informazioni.

Primo, Binance Research aveva in precedenza esaminato la relazione tra il prezzo del Bitcoin e quello dei principali Altcoin. Ed aveva rilevato che gli Altcoin erano sempre meno correlate al BTC. E sempre più al dollaro USA.

Secondo, sempre Binance Research aveva approfondito la distribuzione delle monete tra gli investitori. Riscontrando che quelli istituzionali controllano circa il 7% della riserva circolante. Corrispondente a circa un tredicesimo del controllo istituzionale esercitato sui mercati azionari statunitensi.

Terzo, nella settimana scorsa Thomas Lee, il noto analista di Wall Street e fondatore di Fundstrat Global Advisors, aveva rivelato che il suo Bitcoin Misery Index (BMI) aveva raggiunto il valore più alto degli ultimi tre anni. Cosa che, apparentemente, potrebbe confermare la fine del trend ribassista e la ripresa del trend rialzista.

FONTE: https://it.cointelegraph.com

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *