secondo Binance, il Bitcoin è sempre più scorrelato agli Altcoin

Bitcoin vs Altcoin
Tempo di lettura: 2 minuti

Le analisi di Binance Research confermano quanto dicono in tanti. Che gli Altcoin non sono più saldamente ancorati all’andamento del Bitcoin. Brutta notizia per chi spera nella imminente ripresa di Ethereum, Ripple via dicendo.

Abbiamo parlato delle analisi di Binance Research in questo articolo.

Binance Research torna a parlare dell’andamento del Bitcoin. Binance Research è un gruppo di analisi. Facente parte del noto omonimo exchange. Che studia le statistiche e previsione sull’andamento delle criptomonete.

Una particolare funzione statistica è la correlazione. Cioè, il grado di relazione, o se volute influenza, dell’andamento del valore di un asset verso un altro asset, apparentemente distinto. E’ un numero che oscilla da -1 (correlazione totalmente negativa) a +1 (correlazione totalmente positiva). Un valore pari a 0 indica che i due asset sono assolutamente indipendenti e non si influenzano.

Applichiamo il concetto statistico al prezzo del Bitcoin e dei vari Altcoin. Ebbene, Binance Research ha scoperto che, nel secondo trimestre 2019, la correlazione tra Bitcoin e, globalmente, gli Altcoin è diminuita. Il motivo, spiega il loro resoconto, risiede nel fenomeno che gli esperti chiamano “flight to quality“.

Il rapporto in questione si chiama “2019 Q2 Crypto-Correlations Review“. Q2, chiaramente, indica il secondo quadrimestre dell’anno. In cui Binance Research spiega in dettaglio che la correlazione media tra Bitcoin ed i principali Altcoin è passata dallo 0,73 (misurato nel Q1 2019) a 0,61.

Sempre secondo l’analisi in parola, nel Q2 2019 la correlazione tra le principali Altcoin è rimasta abbastanza alta, quindi sono cresciute e calate più o meno insieme. Mentre, appunto tra loro ed il Bitcoin la correlazione è diminuita.

Addirittura, alcune criptomonete hanno registrato sostanziosi incrementi nei tassi di correlazione.

Come nel caso di Tezos (XTZ), Ontology (ONT) e Tron (TRX). In pratica, queste tre monete virtuali hanno oscillato all’unisono.

Al contrario, il Bitcoin Cash SV (BSV) ha registrato un fortissimo calo di correlazione media rispetto alle altre criptovalute. Si presume a causa dal delisting della moneta dagli exchange Kraken e Binance.

Anche il Dogecoin (DOGE), da oggi scambiata anche su Binance, ha fatto registrare una pari, significativa decorrelazione. Tranne con il Litecoin, con cui il DOGE ha mantenuto una buona correlazione, pari a 0,55. Dice Binance Research, ciò è dovuto verosimilmente al merge mining delle due monete. Ricordiamo che il merge mining è il processo per cui due monete virtuali, con stesso algoritmo, possono essere minate simultaneamente.

E poi, un po’ di sana pubblicità. Binance Research segnala il cosiddetto “effetto Binance”. Cioè, le monete virtuali non quotate sull’exchange mostrano un tasso di correlazioni medio più basso rispetto alle monete quotate sulla piattaforma.

FONTE: https://info.binance.com

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *