Samsung S10: la startup Pundi X integrerà l’App XWallet

wallet di Bitcoin per smartphones

Samsung ha siglato un accordo con la startup Pundi X. Per integrare il proprio wallet di pagamenti digitali sullo smartphone di punta, il Galaxy S10.

Abbiamo parlato di supporto di Samsung alle criptomonete in questo articolo.

Lo smartphone Samsung S10 integrerà il wallet per pagamenti in criptovalute XWallet nel framework di Samsung Blockchain Wallet. A tal fine, il colosso sudcoreano ha appositamente stretto una collaborazione con la start-up per pagamenti in criptovalute Pundi X. Ce ne dà notizia il portale di notizie Medium.

L’annuncio ufficiale cita le dichiarazioni di Pundi X:

D’ora in avanti, gli utenti di Samsung Galaxy S10 potranno spostare le criptovalute contenute in Samsung Blockchain Wallet verso XWallet. Il quale può essere utilizzato come una sorta di conto corrente per effettuare transazioni istantanee in criptovalute. Grazie all’ecosistema globale per pagamenti di Pundi X.

XWallet già supporta un discreto numero di criptovalute. Bitcoin (BTC) ed Ethereum (ETH). Binance Coin (BNB) e KuKoin Shares (KCS). NEM (XEM) e KNC. Qtum (QTUM) ed i token nativi di Pundi, X NPXS e NPXSXEM.

La notizia ripercorre gli annunci di inizio anno.

A febbraio di quest’anno, quando Samsung annunciò il nuovo cellulare top di gamma, il Galaxy S10. E sottolineò il supporto nativo dello smartphone per le valute digitali. Poi, a maggio arrivò la conferma. Un rappresentante dell’azienda sudcoreana ha svelò che anche i dispositivi di fascia bassa avrebbero integrato funzioni abilitanti le tecnologie della blockchain.

Chae Won-Cheol è dirigente della divisione Wireless Business di Samsung Electronics. Ebbene, costui dichiarò:

Ridurremo la soglia d’ingresso a queste nuove esperienze. Espandendo gradualmente il numero di modelli Galaxy che supportano le funzioni blockchain. Estenderemo i nostri servizi anche ad altri paesi oltre a Corea, Stati Uniti e Canada.

Come già evidenziato in occasione dei primi annunci di Samsung, è una buona notizia per le criptomonete. Lo smartphone è ormai costantemente nella nostre attività quotidiane. Integrare in tale strumento il supporto nativo alle tecnologie della blockchain vuol dire incentivarne massivamente la diffusione.

FONTE: https://medium.com

4 commenti

  1. Le vendite di Samsung stanno andando a picco, non penso che l’accordo siglato tra Pundi X e Samsung possa fare molta differenza. Tra l’altro se parliamo di sicurezza, un wallet hardware come Trezor One, Ledger nano, etc. e’ di gran lunga piu’ sicuro di un wallet basato su uno smartphone con Android OS. Indubbiamente tale applicazione su S10 avra’ come main target la clientela amatoriale-retail e quindi destinata ad avere un limitato successo.

    1. penso tu abbia ragione. un hardware wallet è oggi la soluzione migliore: nessun framework software di Samsung potrà avvicinarsi a tale livello di sicurezza. tuttavia, per tanta gente trovarsi l’app crypto incorporata susciterà l’interesse ad entrare nel mondo delle monete vituali. E ciò allarga il bacino di utenza delle criptovalute.

    1. beh, al momento ci stanno Samsung e la startup Pundi X ci lavorando. Quando tutto sarà pronto, ebbene sì: potrai pagare prodotti e servizi direttamente in monete virtuali.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *