Riferimenti normativi

Tempo di lettura: < 1 minuto

Il Testo Unico sulla Privacy

Il decreto 196 del 2003 porta il titolo “Codice in materia di protezione dei dati personali”. E’ altrimenti noto come “Testo Unico sulla Privacy”. Contiene tutta la normativa all’argomento entrata in vigore dal 1 gennaio 2004. Prosegue nel percorso normativo in materia di dati personali. In precedenza, la materia era affidata alla legge n. 675 del 31 dicembre 1996 dal titolo “Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali”.

Globalmente, la citata normativa si rivolgeva a qualunque soggetto – professionista, azienda, ente, associazione o altro – che trattasse i dati personali di persone fisiche terze. Stabiliva le misure tecniche da adottare e gli obblighi cui sottostare, per garantire uno standard minimo di sicurezza.

Il Regolamento Europeo ed il GDPR

Oggi la materia è ulteriormente evoluta. E’ stato promulgato il nuovo Regolamento Europeo 2016/679. Parla di protezione delle persone fisiche, con riguardo al trattamento dei dati personali ed alla loro libera circolazione. Ed abroga la precedente direttiva europea, la direttiva 95/46/CE dal titolo “Regolamento generale sulla protezione dei dati”. Analogamente, sostituisce il Testo Unico nazionale del 2003.

Il testo definitivo del regolamento europeo prende il nome di GDPR (“General Data Protection Regulation“). E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Europea il 4 maggio 2016. Dal 25 maggio 2018, i Paesi membri devono garantito un perfetto allineamento con le sue disposizioni. La norma costituisce un salto di qualità nei rapporti del cittadino. Nello sviluppo di servizi digitali. Nel sistema delle responsabilità. E nell’implementazione di misure di sicurezza a protezione dei dati personali.

La lettura prosegue con le seguenti pagine:

Restiamo a tua disposizione per fornirti altre informazioni alla pagina contattaci.