OneGold accetta Bitcoin: si compra oro con moneta virtuale

OneGold

OneGold è una società che, attraverso un portale internet, offre la compravendita e la gestione di oro fisico per conto dei clienti. Finalmente, tra le forme di pagamento accanto alle monete fiat compare anche il Bitcoin.

Abbiamo parlato di sistemi di pagamento in criptovalute in questo articolo.

Sempre più facile ed immediato comprare, vendere e gestire il proprio “tesoretto” in oro fisico. Grazie alla integrazione di BitPay con la società online OneGold, accanto alla moneta fiat si compra anche in Bitcoin.

OneGold è un negozio online per l’acquisto, la vendita e la custodia di metalli preziosi. Oro, innanzitutto. Ebbene, recentemente tramite il proprio portale ha annunciato una partnership con BitPay. Che consente agli utenti di acquistare oro e altri metalli preziosi in modo ancora più semplice e flessibile. Pagando, cioè, anche in criptovaluta. Il tutto tramite App su dispositivi Android e Apple.

BitPay, invece, è leader nel settore dei pagamenti in Bitcoin per servizi commerciali.

Attualmente supporta oltre 30.000 negozi, tra cui anche Microsoft. Ebbene, la nuova App mobile di OneGold, tramite integrazione con i servizi di BitPay, accetterà pagamenti in Bitcoin. Ma anche in diverse altre monete virtuali. Come Bitcoin Cash, Ethereum ed alcune dei principali stablecoin.

Per incentivarne l’uso, gli utenti già clienti di BitPay risparmieranno il 2% nell’utilizzo dei servizi su OneGold.com. Il CEO di OneGold, Kenneth Lewis, afferma che la partnership con BitPay per i pagamenti in Bitcoin renderà il concetto di conservazione della ricchezza disponibile a tutti. E, soprattutto, ai costi minimi sul mercato.

I possessori di criptovalute sono perfetti come investitori di metalli preziosi. E possono utilizzare OneGold per bilanciare il proprio portfolio di investimenti. Usando BitPay, possono acquistare rapidamente oro o argento a prezzi istituzionali. Risparmiare il 2%. E creare un bel mix bilanciato di oro, argento e criptovalute.

D’altronde, da oro a Bitcoin il passo è breve. Non a caso, le criptovalute sono state spesso paragonate al metallo prezioso. Non da ultimo, Bloomberg ha descritto il Bitcoin proprio come “equivalente all’oro digitale“. Ossia, esiste ben più che una mera analogia tra i due. C’è una forte correlazione che va oltre l’essere delle riserve di valore dalla disponibilità limitata. Dei beni di rifugio, cioè.

Addirittura, in un recente rapporto, un analista di Bloomberg Mike McGlone definisce il 2020 un anno privilegiato per i beni rifugio.

Secondo lui, i movimenti dell’oro fungeranno da proxy per l’andamento dei prezzi di BTC. Nello stesso rapporto McGlone conferma l’opinione diffusa sull’aumento dei prezzi della moneta virtuale. Cioè, che tale andamento sia conseguente all’uccisione del generale iraniano Qassem Soleimani da parte degli Stati Uniti. Tradotto, in tempi di incertezza politica e rischio di conflitti si impennano i prezzi dei beni rifugio.

Ed ecco la correlazione con l’oro: McGlone osserva che “il metallo prezioso ha raggiunto un picco settennale di 1.600 dollari USA. Seguito da una crescita del 20% del suo pupillo digitale“.

Nel mentre, scende in campo un altro player. Paxos è un gestore della stablecoin. Che ha creato un cryptoasset riscattabile in cambio di oro fisico. Si chiama PAX Gold (PAXG). Si tratta di un token ERC-20, uno smart contract insomma, sostenuto dall’oro.

PAX Gold è stato lanciato sul mercato retail a settembre 2019. Di fatto, è il primo cryptoasset scambiabile per oro fisico. A quanto risulta, il token PAXG è supportato da un’oncia troy di oro fino London Good Delivery. Conservato in caveau professionali a Londra. Ecco quindi il vantaggio: gli utenti possiedono a tutti gli effetti oro fisico. Ma lo scambiano con la comodità di uno smart contract. Altro che spedizione fisica.

La stablecoin di Paxos è un servizio, tutto sommato, analogo a quello fornito da OneGold. Che poi, ricordiamolo, è una società fondata dal rivenditore di metalli preziosi APMEX. E dal gestore patrimoniale Sprott. Offre a milioni di clienti globali la possibilità di possedere metalli preziosi, gestendoli nei modi digitali. Pensate, appena gli utenti di OneGold vogliono prendere possesso dei propri asset in preziosi, possono convertire le loro partecipazioni in metalli fisici. Che vengono spediti da APMEX lo stesso giorno lavorativo.

FONTE: https://www.coinspeaker.com/

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *