One River Digital: investire in Bitcoin a emissioni zero

One River Digital Asset Management

Cresce l’interesse per le soluzioni “green” offerte da One River Digital Asset Management agli investitori istituzionali. Aumenta cioè la domanda di soluzione d’investimento in Bitcoin a emissioni zero.

Abbiamo parlato di mining di Bitcoin in questo articolo.

Ledger Nano X - The secure hardware wallet

L’offerta di One River Digital Asset Management comprende Bitcoin a emissioni zero. Una soluzione di investimento che riscuote sempre più interesse per gli investitori istituzionali.

Parliamo di un hedge fund specializzato in criptovalute. Che offre esposizione a Bitcoin e Ethereum. E che mercoledì scorso ha annunciato di aver allocato nel proprio fondo istituzionale in Bitcoin un gran quantitativo di asset a emissioni zero.

Ne parla un articolo pubblicato da PR Newswire, a questo link. In dettaglio, ad aprile scorso la società ha introdotto un nuovo sistema. Che in qualche modo calcola le emissioni di carbonio relative al mining del Bitcoin. E compra carbon credit tokenizzati, con cui compensare l’impatto ambientale.

Ecco come funziona.

Trezor - hardware wallet

Si stimano le emissioni per un Bitcoin. E si considera il prezzo di mercato dei crediti tokenizzati necessari a bilanciarle. Quindi, si ottiene che il costo relativo al mining di un Bitcoin equivale a 55 dollari l’anno. Cioè, lo 0,15% del prezzo di un Bitcoin. Alla fine, One River Digital compra questi carbon credit tokenizzati. Convalidandoli su una apposita blockchain.

Sebastian Bea è il presidente di One River Digital: per lui, l’elevato interesse di clienti istituzionali per Bitcoin a emissioni zero segna un trend d’investimento in crescita.

Crediamo rifletta un cambiamento ampio nelle preferenze degli investitori. Mentre cresce la trasparenza nei portafogli istituzionali. Speriamo in nuove opportunità, mentre l’ecosistema degli asset digitali persegue un futuro carbon neutral al 100%.

A fine maggio, One River Digital ha presentato domanda per un ETF su Bitcoin a emissioni zero. Progettato per replicare la performance del Bitcoin su una base “carbon neutral” che ne compensa l’impatto ambientale. Acquistando, come detto, ritirando carbon credit per coprire le emissioni associate ai Bitcoin nel trust.

Billfodl - seed custodian

FONTE: https://www.prnewswire.com/

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *