MicroStrategy: nuovi ingenti acquisti di Bitcoin

MicroStrategy

Ormai l’abbiamo capito. Microstrategy ha da tempo deciso di strutturare la propria riserva strategica innanzitutto in Bitcoin. Continua quindi ad acquistare criptovaluta. Evidentemente, nei momenti in cui il prezzo interrompe la salita e subisce dei ritracciamenti. Come, appunto, in questi ultimi giorni.

Abbiamo parlato di Bitcoin e MicroStrategy in questo articolo.

Ledger Nano X - The secure hardware wallet

MicroStrategy torna “alla carica” con gli acquisti in Bitcoin. Stavolta parliamo di una spesa di circa 240 milioni di dollari. Una somma che porta le sole spese della compagnia nel Q3 a quasi 420 milioni di dollari.

MicroStrategy è una ormai notissima società di business intelligence. Una whale aziendale di Bitcoin, possiamo a questo punto dire. Un colosso che tiene “in pancia” una ingente riserva di Bitcoin. E che ha recentemente continuato ad ampliare. Fino agli ulteriori acquisti dichiarati oggi.

La voce è quella del CEO della società. Michael Saylor. Il quale su Twitter, a questo link, ha annunciato l’acquisto di MicroStrategy per 5.050 Bitcoin. Ad un costo di 242,9 milioni di dollari. Prezzo medio, quindi, di 48.099 dollari a criptomoneta.

L’acquisto di cui sopra si inserisce tra i risultati del trimestre. Dichiarati dall’azienda in un Form 8-K rilasciato alla Securities and Exchange Commission USA. Lo possiamo leggere a questo link. In cui MicroStrategy indica il risultato del Q3 2021. 8.957 Bitcoin aggiunti alla propria tesoreria aziendale.

Il precedente acquisto è stato diluito tra il 1 luglio ed il 23 agosto. MicroStrategy ha allora acquistato gli altri 3.907 Bitcoin. Ad un costo di 177 milioni di dollari.

Tiriamo le somme.

Trezor - hardware wallet

Ad oggi risulta che MicroStrategy possiede 114.042 Bitcoin. Per un costo aggregato di 3,16 miliardi di dollari. Riferendoni al citato Form 8-K, il prezzo medio dei Bitcoin acquistati dall’azienda è quindi aggiornato a circa 27.713 dollari a moneta. Incluse commissioni e spese di ogni genere.

Va da sé che in tanti osservano le mosse di MicroStrategy. Soprattutto, guardano all’entità delle sue riserve in Bitcoin. Perché una whale di tali dimensioni necessariamente influenza il mercato. Stabilizza il prezzo della criptovaluta, fintanto che procede con acquisti progressivi. E ne farebbe crollare il prezzo, semmai decidesse di liquidare importati aliquote delle proprie riserve.

Billfodl - seed custodian

FONTE: http://twitter.com/michael_saylor/

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *