Sabato, 03 Novembre 2018 12:14

Malta: avanti tutta con le monete virtuali

Multiwallet sceglie l'isola mediterranea come Nazione cui chiedere licenza per custodire, con la piattaforma software Freewallet, le criptovalute dei clienti europei.

Torniamo a parlare di criptovalute, dopo questo articolo.

La società blockchain Multiwallet, per chi non lo sa, è un noto servizio di custodia per criptovalute. Una banca di monete virtuali, insomma. Ebbene, Multiwallet ha deciso di lanciare il proprio servizio di custodia per criptovalute rivolto ai clienti europei a Malta, evidentemente per il fatto che lì sono vigenti regolamenti favorevoli al mercato delle monete virtuali. L'annuncio è stato dato dalla società stessa durante il Blockchain Summit, svolto il 2 novembre proprio a Malta.

La società si considera e dichiara di essere pienamente conforme ai requisiti in vigore previsti dalla legislazione maltese in fatto di servizi di custodia di patrimoni. Quindi, Multiwallet cerca ora di ottenere una licenza ufficiale dal governo dell'isola per aprire una propria filiale ed operare stabilmente per coprire tutta l'area europea. In dettaglio, secondo la dichiarazione della società, il servizio di custodia sarà regolato dalla Malta Financial Services Authority e dalla Malta Digital Innovation Authority: in tal modo, diventa uno strumento dall'utilizzo completamente legale per la gestione delle transazioni di criptovaluta, appunto, in tutta Europa.

Nel frattempo, pur se crediamo che Multiwallet abbia i requisiti per essere pienamente conforme ai disegni di legge esistenti a Malta, è bene tener presente che il governo dell'isola sta solo di recente sviluppando e finalizzando la sua legislazione in materia di criptovalute, cosa che potrebbe richiedere ancora qualche affinamento nei prossimi, ad esempio, 12 mesi. Va da sè che Multiwallet collaborerà con le autorità maltesi per allinearsi alla legislazione e le sue evoluzioni, tenendosi quindi informata e conforme nei confronti degli sviluppi del quadro normativo.

Nello specifico della piattaforma software, Multiwallet si affida ad una tecnologia sviluppata per il wallet multivaluta Freewallet, una soluzione che offre servizi di scambio per 25 criptovalute - Bitcoin (BTC), Ethereum (ETH), Litecoin (LTC) e molte altre Altcoin. Ad oggi, la piattaforma Freewallet è disponibile sia su browser web (praticamente tutti) che su dispositivi iOS (Apple) e Android (Google).

Tornando a Malta, aggiungiamo che si tratta di un Paese certamente molto 'crypto friendly', quindi non è un caso che la scelta di Multiwallet sia caduta sull'isola, di fatto un hub globale per lo sviluppo e l'adozione della tecnologia blockchain. Tra l'altro, a luglio il Parlamento maltese ha approvato tre proposte di legge che prevedono una regolamentazione più trasparente nei settori delle valute digitali e della blockchain, in tal modo attraendo a sè diverse importanti piattaforme di trading di criptomonete, comprese le più grandi al mondo, come Binance, OKex, e BitPay, che pertanto hanno aperto  propri uffici sull'isola.

Addirittura, nei giorni scorsi il governo maltese ha dato la notizia che verrà istituita una task force a livello nazionale, con il compito di sviluppare una strategia di governo ad architettura fondata sull'intelligenza artificiale (AI). Finalizzata a costruire un ambiente normativo che potremmo definire 'amichevole', del tipo analogo a quello adottato nell'ambito della tecnologia blockchain.

 

FONTE: https://it.cointelegraph.com

Letto 33 volte