lo strano legame tra Bitcoin e pandemia di Coronavirus

Greyscale

Secondo un’autorevole analisi, l’interesse degli investitori nelle valute virtuali – Bitcoin innanzitutto – è fortemente correlata alla grave emergenza sanitaria globale.

Abbiamo parlato di coronavirus e Bitcoin in questo articolo.

Ledger Nano X - The secure hardware wallet

In questi giorni, in cui si parla solo di coronavirus, il prezzo del Bitcoin continua a crescere.

La valuta virtuale per eccellenza raggiunge ogni giorno nuovi record storici. E cresce, quasi ad inseguirne il successo, anche l’onda di enti finanziari mainstream che investono in tale asset.

La differenza rispetto al bull run del 2017 è tutta qui. Stavolta non solo trader e speculatori si avvicinano alla criptovaluta. Ora, in tempi di coronavirus, il Bitcoin coglie l’interesse anche e soprattutto di investitori istituzionali. Con volumi di acquisto alle stelle.

Ci spiega tutto Greyscale Investment.

Trezor - hardware wallet

In un rapporto molto dettagliato, dal titolo “2020 Bitcoin Investor Study”. Pubblicato sul proprio sito, a questo link.

Intanto, ricordiamo che il gigante degli investimenti digitali è un player importante nel mondo delle criptovalute. Perché possiede circa 10 miliardi di dollari in asset crypto gestiti.

Ebbene, la tesi di Greyscale è che la pandemia di coronavirus potrebbe essere uno dei principali volani per la recente crescita del prezzo del Bitcoin.

Infatti, l’83% degli investitori in Bitcoin ha iniziato negli ultimi 12 mesi. Quando le infezioni da COVID-19 erano ancora minime. Poi, il 38% degli investitori a campione ha effettuato il primo acquisto negli ultimi quattro mesi. Tra essi, il 63% riferisce che il clima di crisi economica innescato dal coronavirus ha influenzato la propria decisione di investire in Bitcoin.

Ma non si tratta solo di sparuti investitori retail.

Il Bitcoin sta diventando sempre più mainstream. I dati di Grayscale ci dicono che il Bitcoin è sempre più popolare tra l’utenza generalista. Tra gli investitori non del settore. Addirittura, nel 2020 risulta che il 55% degli intervistati ha dichiarato interesse ad acquistare Bitcoin. Un dato che si fermava, un anno prima, al 36%. Un bell’aumento.

ATTENZIONE! Custodisci sempre Bitcoin e monete virtuali in un hardware wallet. L’unica vera soluzione contro gli hacker. Tra le soluzioni più sicure, segnaliamo Ledger e Trezor.

È verosimile che gli investitori vedano sempre più la criptovaluta come riserva di valore. Come tale, il suo prezzo continuerà a salire. In un recente report di Citibank, viene addirittura ipotizzato che il prezzo del Bitcoin raggiungerà i 318.000 dollari entro dicembre 2021.

Ecco la domanda, allora.

Finita la pandemia di COVID-19, il Bitcoin sarà meno interessante per gli investitori?

Prova a rispondere Jonathan Hobbs. Già gestore di fondi digitali ed autore di “The Crypto Portfolio”. Per lui, sconfiggere la pandemia non azzererà i suoi effetti drammatici sull’economia globale:

Il COVID-19 è stato il fiammifero che ha acceso la fiamma dell’adozione istituzionale. Ma la legna si stava accumulando già da prima. Ora che il fuoco sta bruciando, però, ci vorrà molta acqua per spegnerlo.

Quando il mondo sarà finalmente libero dal coronavirus, l’economia sarà ancora piena di debiti. E le banche centrali continueranno a stampare denaro per cercare di liberarsi di quei debiti. Come hanno fatto dopo la crisi finanziaria del 2008.

Questo significa che la narrazione per cui Bitcoin è una buona difesa contro l’inflazione continuerà probabilmente anche dopo la fine della pandemia.

Il punto, quindi, sono i massicci piani di stimolo economico, resi in qualche modo necessari dall’emergenza sanitaria. Che hanno cambiato irreversibilmente il quadro economico del prossimo futuro. Ed hanno avuto un ruolo importante nell’accelerare l’interesse degli investitori per le criptovalute come riserva di valore.

Come bene di rifugio, analogo all’oro. Ma, a differenza di questo, con basse barriere di ingresso e assoluta immediatezza, economia e sicurezza di mercato. Poi, è comprovata la sua capacità di aumentare di valore anche quando nei mercati tradizionali c’è volatilità.

Billfodl - seed custodian

FONTE: https://grayscale.co/

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *