Juventus fan club: vota la canzone del goal con i token di Socios

piattaforma Socios per i fan della Juventus

Sei tifoso della Juventus? La piattaforma online di Socios ha pensato bene a come dare voce alle tue opinioni. Tramite una piattaforma di voto, che – ad esempio – sceglie la musica da suonare a ogni goal dei propri beniamini. Un sondaggio online, insomma. Sotto ci sono token e blockchain, chiaramente.

Abbiamo parlato di utility token in questo articolo.

Un eloquente video sul portale internet di Socios spiega l’idea. Dare voce alla massa di tifosi dei football club in giro per il mondo. Si sa, il tifoso spesso si lamenta di non essere sempre d’accordo con le decisioni dei dirigenti della squadra. Da oggi, partendo dalle piccole decisioni, entra in campo una sorta di democrazia. Il tifoso vota. Per farlo, chiaramente, deve acquistare un token. Eventualmente, ottenerlo da canali di marketing. E’ una moneta virtuale, ovviamente. Da lì in avanti, il sistema di voto è gestito dalla blockchain.

Si inizia, come dicevamo, dalle piccole decisioni. E si parte in Italia con una squadra in serie A di vasta popolarità. La Juventus. Ebbene, i tifosi della Juventus hanno utilizzato la piattaforma di voto Socios per scegliere quale canzone verrà d’ora in avanti riprodotta i loro beniamini segnano un goal nello stadio di casa. Il sistema è molto semplice dal lato utente: una App dalla grafica molto intuitiva sul proprio cellulare.

Per la cronaca, al termine del sondaggio, avviato a dicembre, i tifosi hanno scelto il singolo “Song 2” dei Blur.

Musica che quindi verrà riprodotta ogni qual volta la Juventus segnerà un goal nell’Allianz Stadium di Torino.

Sul blog della società, Socios informa che migliaia di tifosi della Juventus, da tutto il mondo, hanno preso parte al sondaggio. Insomma, l’iniziativa è stata un successo. Alexandre Dreyfus, CEO di Socios, è molto soddisfatto. Ha sottolineato l’importanza dell’iniziativa di Socios per la diffusione dei cosiddetti utility token. Sono monete virtuali, come il token della Juventus, che non hanno scopo speculativo. Consentono, invece, la fruizione di un servizio.

Fino ad ora, la maggior parte degli utility token era incentrata su protocolli e layer. Riguardavano la blockchain stessa. Per la prima volta, l’utility di un asset basato su blockchain è stato sfruttato nella vita reale da persone reali. Si tratta di uno stadio ancora molto precoce. Si tratta di un debutto. Ma è comunque accaduto.

Insomma, parliamo di una moneta virtuale per utenti che non sono trader. Non le acquistano per rivenderle a caro prezzo. Le usano per accedere a comuni servizi. Che poi è lo spirito “originario” di Satoshi Nakamoto: usare le monete virtuali come valuta corrente, e non come asset speculativo.

Utilizziamo la blockchain per due ragioni. La prima è creare una quantità limitata di “Fan Token” fungibili. ERC20 sulla chain Chiliz Proof of Authority, per ora. Che diano voce ai fan di tutto il mondo. Ma vogliamo usare la blockchain anche per la correttezza e la trasparenza di voto offerte da questa tecnologia.

Ed è solo l’inizio. Dreyfus stesso rivela che, dopo la Juventus, Socios pianifica di tenere nelle prossime settimane sondaggi simili anche per conto di altri club calcistici. AS Roma, Paris Saint-Germain, Atletico Madrid, Galatasaray e West Ham, tanto per fare dei nomi. Addirittura, Socios intende espandere il sistema di voto tramite token anche ai team eSport.

Che cosa significa tutto questo per l’adozione della tecnologia blockchain da parte del grande pubblico?

Ce lo spiega Dreyfus: gli utility token mainstream si muovono fuori del mondo speculativo del Bitcoin. E degli scenari fintech per i pagamenti decentralizzati.

Si tratta di un utilizzo della blockchain non legato ai pagamenti. Concepito esclusivamente grazie alle opportunità offerte dalla tecnologia. Non stiamo rimpiazzando qualcosa che esisteva prima. Ma abbiamo creato qualcosa di nuovo e innovativo. E possiamo usare la blockchain per supportarlo.

Alzi la mano chi si sta chiedendo come fare ad ottenere il token della Juventus, per votare la prossima decisione del club. Ebbene, il token della Juventus è online dal 2 dicembre 2019. Dopo oltre un anno dedicato a sviluppo e test di funzionamento. Il prezzo iniziale del token era di 2 euro. Molto meno della maglietta che esibisce il tifoso mentre guarda la partita da casa. Volendo, un numero limitato di monete è stato distribuito gratuitamente, grazie all’applicazione di realtà aumentata “Token Hunt” di Socios.

FONTE: https://www.socios.com/

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *