Jack Dorsey spiega il progetto Square Crypto

Jack Dorcey e Square Crypto

Il progetto di Jack Dorsey si chiama Square Crypto. Il fondatore di Twitter rivela come intende far evolvere il proprio servizio di pagamenti elettronici per abbracciare le nuove tecnologie delle monete virtuali.

Abbiamo parlato di iniziative commerciali sulle criptomonete in questo articolo.

Square Crypto, il progetto di Jack Dorsey. Un progetto che, nella mente del fondatore di Twitter, integra le soluzioni della blockchain per migliorare il servizio di pagamento Square.

Jack Dorsey è il fondatore di Twitter, il servizio che, dal 2006, consente agli utenti di pubblicare piccole notizie. Non solo. Jack Dorcey è il fondatore di Square, una società che offre servizi di pagamento elettronico tramite cellulare. Un’alternativa all’analogo servizio offerto da Paypal, per capirci.

Da qualche tempo il geniale imprenditore sta guardando alle criptovalute per superare i limiti normativi e tecnici delle transazioni tra moneta fiat. E consentire quindi al proprio servizio di pagamenti un balzo in avanti. In termini sia di efficienza che di efficacia.

Ci spiega la sua idea in una recente intervista pubblicata sul portale d’informazione The Next Web. Nella quale svela la sua soluzione. Un progetto che lui chiama Square Crypto. Che mira a realizzare una nuova infrastruttura per pagamenti “frictionless” in rete. Il punto, infatti è tutto lì.

Ancora oggi, le regolamentazioni obbligatorie stabilite negli USA e le collaborazioni necessarie per far girare il servizio di pagamenti non fanno altro che rallentare Square. Secondo lui, invece, l’integrazione nella propria piattaforma delle tecnologie della blockchain può far aggirare questi ostacoli.

Da un punto di vista semplicemente commerciale, non sembriamo affatto una compagnia basata su internet. Le aziende operanti in rete possono infatti lanciare un nuovo prodotto. E questo diventa immediatamente disponibile in tutto il mondo. Tuttavia con i pagamenti dobbiamo prestare attenzione alle regolamentazioni di ogni singolo mercato. E sono necessarie partnership con le banche locali. Si tratta di un processo estremamente lento.

Regolamenti e banche. Sono questi i freni che Dorsey vede.

Ecco, il suo progetto Square Crypto verrà innanzitutto sviluppato in modo totalmente open source. E si concentrerà nel migliorare il livello di sicurezza ed efficienza dei pagamenti in criptovalute. Accanto, dovrà ridurre il problema delle revisioni del codice. Che, secondo Dorsey, rappresentano un problema ed un ostacolo per lo sviluppo dei mercati delle criptovalute.

Dorsey ha già avviato i lavori. E sta scegliendo un apposito team di sviluppo. Dai numeri tutto sommato ridotti. Qualche ingegnere del software, chiaramente esperto di criptovalute. Ed un singolo designer. Più Dorsey stesso, che conta di lavorare a stretto contatto con gli sviluppatori.

Per l’imprenditore l’aggiunta di un designer nel team è fondamentale:

Il designer avrà uno scopo preciso. Rendere più semplice, per la gente comune, concettualizzare l’utilizzo di monete digitali, come il Bitcoin, nella vita di tutti i giorni.

E’ ancora presto per capire del dettaglio cosa sta succedendo in casa Square Crypto. Magari lo stesso Dorsey ci fornirà maggiori dettagli in futuro. Resta il fatto che si tratta di un’altra, interessante ed innovativa idea per traghettare il mondo dei pagamenti elettronici con moneta fiat verso il regno delle criptomonete.

FONTE: https://thenextweb.com

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *