La social card è una carta di credito prepagata, di produzione Poste Italiane, precaricata  con un "gettone" in aiuto alle famiglie o persone meno abbienti. Era promessa da tempo. Il ministro Grilli stavolta l'annuncia con assoluta concretezza. Durerà finchè dura la copertura dei fondi, ovviamente.

La Banca d'Italia, per chi non lo sapesse, è un immenso ente dello Stato con diverse filiali su territorio nazionale ed estero. Ha 7.300 dipendenti, ognuno dei quali costa - essenzialmente per lo stipendio - circa 90.000 euro. Vi alberga un numero incredibile di dirigenti con stipendi da nababbi. Un carrozzone da un miliardo di euro l'anno. Nell'epoca dell'euro e delle transazioni telematiche, coma mai a Bankitalia non si può tagliare nulla?

A quanto pare, uno dei tanti, pessimi costumi che sta spopolando tra i palazzi del potere è quello delle leggi "ad personam". Insomma, se sono un imprenditore dell'industria del latte faccio una legge per abbassarne le tasse, che quindi aumenti i miei personali profitti. Alla faccia dell'interesse per la cosa pubblica. Ennesimo esempio? Continuate a leggere.

Sabato, 20 Ottobre 2012 12:15

quando il cittadino s'incazza

Il cittadino sopporta, sopporta e sopporta ancora. Ma poi passa all'azione, nel modo più civile e democratico possibile: la denuncia del sopruso. Ad esempio con l'evasione fiscale: a dare una mano ai finanzieri ci sono i cittadini che, armati di telefono, chiamano e denunciano lo scontrino non fatto, la fattura "pompata", la discoteca truccata da società bocciofila. Bene, molto bene: continuiamo così.

A logica, l'ufficiale preposto alla consegna della cartella esattoriale deve trovarci a casa, all'indirizzo di residenza, e sincerarsi sull'identità di chi riceve per accertare che sia proprio il destinatario o un suo congiunto. Invece, secondo la Cassazione, basta una firma qualunque, pure uno scarabocchio: non è compito dell'ufficiale verificare chi sta firmando per ricevuta. Una sentenza che apre la porta a molti dubbi ed interpretazioni soggettive, tutte a sfavore del diretto interessato.

Pagina 161 di 185