Una cartella esattoriale compilata in modo incompleto o con difetti di forma non è valida. Ad esempio, se non è indicato chiaramente il metodo di calcolo degli interessi. Lo afferma una sentenza della commissione tributaria regionale del Piemonte.

Si torna ancora a parlare di IMU per la Chiesa e le banche. Insomma, la nuova tassa a pagano anche le cosiddette "categorie protette"? A quanto pare no: a meno che l'ente sia benefico - cioè non percepisca reddito derivante da un'attività commerciale - l'IMU si deve pagare. Quindi banche e immobili affittati dalla chiesa chiaramente sono trattati come i poveri italiani. Questa la teoria: per la pratica aspettiamo nuove puntate.

In quanti, di tutti i governi, hanno promesso tagli al numero di parlamentari e senatori. Invece, dopo aver elaborato e chiuso nel cassetto miriadi di proposte tecniche, hanno "in due balletti" creato l'ennesima commissione che dovrà elaborare un piano di riduzione: novanta nuovi tecnici pagati come gli onorevoli.

Talvolta succede che la cartella esattoriale non può essere notificata al destinatario in quanto questi è momentaneamente irreperibile. Succede in generale con ogni atto di accertamento, ma fino a ieri la procedura di notifica era diversa. Da oggi, invece, in tutti i casi si procede sempre con affissione alla casa comunale ed invio di raccomandata.

A fine anno bisognerà pagare il saldo dell'IMU. E - guarda caso - sarà una batosta per le famiglie italiane. In particolare nei comuni di dimensioni importanti. In particolare per la seconda casa.

Pagina 153 di 182