Lunedì, 11 Febbraio 2019 08:43

insegnanti: sottopagati rispetto alla media europea

Questo articolo è dedicato ai nostri poveri insegnanti. Poveri perché sottopagati: il loro stipendio risulta una miseria se paragonato a quello di altri Paesi europei. E' la triste dimensione di quanto in Italia si investa nelle nuove generazioni.

Torniamo a parlare, dopo questo articolo, di stipendi del personale della Pubblica Amministrazione. Stavolta, però, dei miseri stipendi degli insegnanti.

Dopo aver parlato di sperperi e di mala gestione statale, di pensioni d'oro e di fannulloni strapagati, stavolta ci occupiamo del tema degli stipendi di categorie statali non proprio agevolate: gli insegnanti. Purtroppo, esclusi i membri della casta, per tutti gli altri i salari degli statali italiani sono molto più bassi rispetto alla media europea. In particolare, per gli insegnanti ciò è un fatto risaputo.

La differenza tra i salari degli insegnanti europei e quelli dei colleghi italiani si fa più ampio quando consideriamo i dati dei tedeschi, dove gli insegnanti godono di condizioni salariali per noi impensabili. Ma il fatto peggiore è che i docenti italiani appaiono come i meno pagati in tutte le categorie, dalla scuola dell'infanzia e primaria fino alle medie e superiori. Sono sempre i meno pagati.

Passiamo ai numeri: gli insegnanti italiani della scuola dell'infanzia guadagnano in media 24.800 euro, mentre nelle scuole medie inferiori e superiori si sale, per così dire, a 26.700 euro. A fine carriera, si può arrivare rispettivamente a 28.800 euro.

Numeri ridicoli per un collega tedesco. Il quale guadagna 49.200 euro a inizio carriera, ed arriva a fine carriera ad un salario annuale medio di 65.500 euro, cifra incredibile, impossibile per l'insegnante italiano. In dettaglio, un professore di scuola media tedesco guadagna in media 55.300 euro ad inizio carriera e 72.600 euro a carriera matura. Cifre che salgono considerevolmente nel momento in cui si passa alle scuole superiori, dove un insegnante tedesco arriva a guadagnare a fine carriera in media 80.400 euro.

Ripetiamo per bene i numeri: a fine carriera un insegnante tedesco arriva a guadagnare 80.400 euro. Un collega italiano è bloccato a 28.800 euro. Il tedesco guadagna, cioè, in media 2,8 volte di più dell'insegnante italiano.

Ci sono però alcune informazioni che vanno considerate e che fanno la differenza di trattamento. Intanto, in Germania gli insegnanti lavorano più ore. Poi, lo stipendio cambia anche in base allo Stato federale. Da ciò il fatto che ci sia una certa concorrenza tra Stati, e molti docenti fanno domanda di trasferimento nelle sedi dove lo stipendio è più alto e il calendario scolastico è più agevole. Domanda legittima, beninteso.

In dettaglio, nella Renania Palatinato gli stipendi degli insegnanti sono più bassi rispetto agli altri Stati federali. La sede con il più alto stipendio risulta essere quello ad Amburgo. Poi, come detto, mediamente in Germania si fanno più ore che in Italia: mediamente 25 ore per la scuola dell’infanzia, 22 ore nella scuola elementare e 18 ore in scuole e istituti d'istruzione secondaria ed artistica. Addirittura, in alcuni casi l'insegnante può essere tenuto a a lavorare 28 ore settimanali.

 

FONTE: https://www.investireoggi.it

Letto 28 volte