Hotbit resta in manutenzione dopo l’attacco degli hacker

Hotbit

L’exchange cinese è tuttora chiuso per manutenzioni ai propri server. Un annuncio ufficiale riferisce di un attacco di hacker che, fortunatamente, non ha compromesso i fondi dei clienti. Siamo sicuri che non ci sia qualcos’altro sotto?

Abbiamo parlato di criminalità informatica in questo articolo.

Ledger Nano X - The secure hardware wallet

Hotbit rimane in manutenzione dopo l’intrusione degli hacker.

Il tutto è iniziato giovedì scorso, 29 aprile. Quando l’exchange cinese ha registrato un tentativo di accesso non regolare ai propri servizi. Insomma, gli hacker hanno tentato di violare la sicurezza della piattaforma di scambio di criptovalute. Causando verosimilmente la compromissione dei suoi servizi di base.

Di conseguenza, Hotbit ha subito provveduto a mettere la piattaforma in manutenzione, per proteggerla da ogni (ulteriore) azione malevola degli hacker.

Il tutto è sinteticamente spiegato in un comunicato ufficiale, esposto sul portale dell’exchange e visibile a questo link.

Hotbit ha subito un grave attacco informatico iniziato intorno alle 08:00 PM UTC del 29 aprile 2021. Che ha portato alla paralisi di diversi servizi di base.

Sempre stando a quanto riferito dalle fonti ufficiali, gli hacker non sarebbero riusciti a ottenere l’accesso ai wallet di Hotbit. Sono cioè riusciti a malapena a compromettere il database degli utenti dell’exchange. Di conseguenza, il team di gestione di Hotbit ha subito informato i clienti di ignorare qualsiasi comunicazione da entità che sostengono di rappresentare Hotbit. E, soprattutto, li ha rassicurati sul fatto che i propri fondi sono al sicuro.

Sempre per prevenire ulteriori effetti indesiderati originati dagli hacker, nell’ambito della manutenzione in corso Hotbit ha annullato tutti gli ordini di trading in sospeso. Ancora, l’exchange ha assicurato che si assumerà qualsiasi perdita derivante dagli Exchange Traded Fund quotati sulla piattaforma durante la manutenzione.

Una manutenzione che prenderà diversi giorni.

Trezor - hardware wallet

Almeno sette, informa Hotbit. E probabilmente fino a quattordici. Viste le necessità di indagine, accanto a quelle di aggiornamento ed irrobustimento della sicurezza.

Qualche informazione in più ce la dice Alex Zhou. Chief Security Officer dell’exchange, che si è rivolto agli utenti nel gruppo Telegram ufficiale di Hotbit.

L’hacker ha cercato di entrare nel wallet server per rubare fondi. Ma l’azione è stata identificata e bloccata con successo dal sistema di controllo del rischio di Hotbit. Tutti i fondi degli utenti sono al sicuro.

Allo stesso tempo, Hotbit sta trasferendo tutti i fondi da hot wallet a cold wallet. I dettagli dell’integrazione completa sono visibili on-chain.

E in effetti così è. Prendiamo ad esempio questo link di Etherscan, con la lista di operazioni da un wallet di Hotbit. Risulta evidente l’operazione di spostamento degli asset verso, verosimilmente, posizioni più sicure come i cold wallet dell’azienda.

Purtroppo, tutto ciò non basta. Cresce inevitabilmente la tensione tra gli utenti di Hotbit. Palpabile dai commenti sui social media e sul canale Telegram dell’exchange. In tali gruppi di discussione qualcuno ipotizza anche altri scenari. Ad esempio, qualcuno sospetta che l’incidente sia in realtà un exit scam organizzato proprio dal team di Hotbit.

Ricordiamo che ad aprile due grandi exchange in Turchia sono andati offline. Con i dirigenti che sono scappati portandosi via milioni di dollari in fondi degli utenti. Certo, sono scattati gli arresti da parte delle forze dell’ordine. Ed è stato proposto di istituire una banca depositaria centrale per gli exchange di criptovalute in Turchia. Ma la domanda resta: dove sono finiti i fondi rubati?

Billfodl - seed custodian

FONTE: https://hotbit.zendesk.com/

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *