Germania: presto le banche potrebbero gestire criptovalute

Bitcoin in Germania

Ci siamo quasi. La Germania, avamposto europeo per le criptovalute, avvia una importantissima proposta di legge. Che, qualora approvata, porterebbe alla legalizzazione della distribuzione di monete virtuali tramite i circuiti bancari tedeschi.

Abbiamo parlato di criptovalute in Germani in questo articolo.

Ne dà notizia l’agenzia di stampa locale Handelsblatt. La quale annuncia che in Germania l’ordinamento normativo si sta evolvendo. Per consentire l’offerta completa di gestione e compravendita di criptovalute da parte delle banche.

Esiste una proposta di legge. Che metterebbe a norma tutto ciò. E che ha già iniziato il suo percorso approvativo. Anzi, è stata già approvata dal Bundestag, il parlamento tedesco. Ed ora attende il consenso dei 16 Stati che compongono la FederazioneTedesca.

Un passaggio decisamente epocale.

Visto che oggi le banche ed ogni istituzione finanziaria tedesca non possono offrire la vendita o la custodia di monete virtuali ai propri clienti. Nel caso la proposta venisse approvata, invece, tutto ciò diverrebbe lecito.

Addirittura, la bozza iniziale della proposta di legge indicava una “clausola di separazione”. Un cavillo che obbligava le banche a ricorrere a servizi di terze parti. Aziende specializzate nella custodia di criptovalute. Oppure a filiali unicamente dedicate a tale scopo. Insomma, distingueva la gestione di banca classica da quella di criptomonete.

Invece, con l’ultima versione della normativa, questa clausola non esiste più. Il tutto evidentemente semplifica ancor più il rapporto fra banche e valute digitali. Citando l’agenzia di stampa tedesca:

A partire dal 2020, le istituzioni finanziarie potranno offrire ai clienti servizi bancari online. Insieme a titoli classici, come azioni e obbligazioni. Nonché criptovalute.

Guarda un po’. La notizia è stata accolta con grande euforia dalle aziende ed investitori della Germania in criptovalute. Come Sven Hildebrandt. Partner di Distributed Ledger Consulting. Che ha così commentato:

La Germania è sulla buona strada per diventare un paradiso delle criptovalute. I legislatori tedeschi stanno assumendo un ruolo pionieristico nella regolamentazione delle criptovalute.

A quanto pare, è favorevole anche l’associazione delle maggiori banche tedesche. La Bankenverband Deutscher Banken. Un gruppo di pressione fondamentale per l’adozione delle criptovalute in Germania. E che rappresenta oltre 200 istituti finanziari. Ebbene, l’associazione bancaria si dice favorevole al nuovo disegno di legge. Ritiene che le istituzioni finanziarie regolamentate possiedano l’esperienza e i meccanismi per la gestione dei rischi. Necessari a salvaguardare gli asset dei propri clienti.

Non è una grande novità per chi osserva la possibile adozione di criptovalute in Germania.

Proprio ad ottobre di quest’anno, l’associazione di cui sopra aveva diffuso un documento. Nel quale sosteneva che “l’economia europea ha bisogno di un euro digitale programmabile“.

A questo punto attendiamo le future evoluzioni della materia. Tenendo però a mente che Il Bundestag ha recentemente pubblicato un importante annuncio. In cui afferma che per la Germania le criptovalute, come Bitcoin e monete derivate, non sono una reale forma di denaro. A causa, spiega, della manifesta forte volatilità. E l’uso tuttora limitato per le operazioni di pagamento. Stesso giudizio lo rivolge agli stablecoin. Che. oltretutto, potrebbero minacciare il sistema monetario tradizionale.

La pensa così sugli stablecoin anche Benoit Coeuré. Costui siede al comitato esecutivo della Banca Centrale Europea. Secondo lui, proprio gli stablecoin costituiscono un rischio in molti scenari:

Le stablecoin globali incrementano i potenziali rischi in un’ampia gamma di ambiti d’intervento. Come la certezza legale. La protezione degli investitori. La stabilità finanziaria. Fino al rispetto dei requisiti antiriciclaggio. Le autorità hanno acclarato che i requisiti per l’ammissibilità di queste iniziative basate su stablecoin sono molto alti.

Insomma, aspettino bene prima di cantare vittoria i cosiddetti entusiasti di monete virtuali. La Germania potrebbe a breve approvare una norma favorevole alla diffusione delle criptovalute tramite i circuiti bancari. Ma dobbiamo capire bene che regole verranno imposte per il loro utilizzo. Sarà comunque difficile che circolino liberamente ed in pieno anonimato, come nello spirito di Satoshi Nakamoto.

FONTE: https://www.handelsblatt.com/

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *