Francia: raccolta fondi in Bitcoin per Notre-Dame

incendio a Notre-Dame di Parigi

La Francia ha avviato la raccolta fondi per finanziare la ricostruzione della cattedrale nazionale. Anche i Bitcoin saranno ben accetti.

Bitcoin per finanziare la ricostruzione della cattedrale di Notre-Dame di Parigi. Ricorderete, il 15 aprile un terribile incendio ha causato il crollo del tetto dell’edificio. Le cause, al momento, sono accidentali. Poco dopo, il presidente Emmanuel Macron ha promesso la ricostruzione del monumento nazionale entro cinque anni. Poi, la Francia ha lanciato una raccolta fondi. Cui hanno immediatamente aderito le maggiori firme di moda francese. Adesso, la Francia valuta di accettare anche donazioni in criptovalute.

Cédric O è ministro per il Settore Digitale. Ha reso noto di voler collaborare con le piattaforme operanti nel settore delle criptovalute. Con l’obiettivo di consentire donazioni in valuta digitale per contribuire a finanziare la ricostruzione della cattedrale. Ad oggi pare che la raccolta fondi abbia già messo insieme circa 900 milioni di euro.

Al momento, spiega il ministro, il portale governativo dedicato alla raccolta di fondi non supporta ancora la donazione in monete virtuali.

Hanno infatti realizzato il portale in tutta fretta. Aggiungendo meri collegamenti verso quattro organizzazioni autorizzate a raccogliere fondi in moneta fiat.

Lo stesso ministro ha poi chiarito gli aspetti fiscali per le donazioni in criptovalute. Una volta abilitate, ad esse si applicheranno le medesime condizioni delle valute fiat. Cioè, nessuna tariffa aggiuntiva. Nessuna forma anonima, così da permettere potenziali detrazioni fiscali. Infine, conversione delle donazioni da moneta virtuale a moneta fiat. Ed inoltro immediato ad una delle quattro organizzazioni autorizzate.

Il ministro francese sta valutando tale possibilità. Nel frattempo, diverse aziende di criptovalute hanno avviato le loro iniziative di raccolta fondi. BlockShow è un evento internazionale sulle tecnologie della blockchain. Ha avviato una campagna di raccolta fondi in Bitcoin proprio per finanziare la ricostruzione della cattedrale di Notre-Dame. Lo stesso sta facendo il noto exchange Binance.

Ma la Francia non guarda al Bitcoin solo per finanziare la ricostruzione di Notre-Dame. Bruno Le Maire è ministro francese dell’Economia e delle Finanze. Recentemente, ha confermato che la blockchain è una priorità per il governo Macron. Al punto che la Francia vuole investire ben 4,5 miliardi di euro. Per la ricerca e lo sviluppo di tecnologie all’avanguardia legate alla blockchain. Anche per elevare la propria immagine in Europa, e contrastare il dominio tecnologico oggi in mano a Cina e Stati Uniti.

FONTE: https://it.cointelegraph.com

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *