Domenica, 21 Ottobre 2018 10:30

Ethereum: rimandato l'hard fork Costantinople

L'attesa modifica radicale, l'hard fork chiamato 'Costantinople' è rimandato a gennaio 2019. Gli investitori si preparino alle conseguenti variazioni di prezzo.

Torniamo a parlare, dopo questo articolo, di monete virtuali ed in particolare di Ethereum.

E' notizia recentissima: in un apposito incontro dei core developer, insomma i 'progettisti' di Ethereum, il19 ottobre scorso è sttao deciso di posticipare l'hard fork del protocollo Ethereum a gennaio 2019.

Il fork, ricordiamo, è una modifica radicale: tutta la 'rete' della moneta, la blockchain, cambia da quando viene applicata tale modifica, ed in particolare le transazioni successive al fork non sono più compatibili con quelli della blockchain priva (o prima) del fork - da cui la parola fork, 'forchetta'. Ambiziosamente, questo fork è chiamato 'Constantinople'.

Il fork è stato testato per la prima volta il 13 ottobre su Ropsten (a questo sito), la testnet di Ethereum: una rete pubblica fatta per eseguici prove con dati simulati, una versione simulata della rete primaria che consente agli sviluppatori di provare smart contract o aggiornamenti senza dover pagare le commissioni di calcolo, il 'gas', per la loro esecuzione. Ad ogni buon conto, la sua effettiva implementazione sulla rete 'vera' di Ethereum era finora prevista tra ottobre e novembre di quest'anno.

Invece, a fine meeting gli sviluppatori hanno convenuto che Constantinople arriverà non prima di gennaio 2019. Magari, appunto, subirà ulteriori rimandi. Addirittura, durante il meeting uno sviluppatore ha suggerito di indicare il termine della transizione non più come 'hard fork' ma come 'update'. Forse, per ammorbidire il concetto, diversamente dai contenuti traumatici per la comunità.

Fatto sta che il debutto di Constantinople su Ropsten ha incontrato una non banale serie di problemi. Intanto, prima della sua attivazione al blocco 4.230.000, la rete con fork si è fermata al blocco 4.299.999 per circa due ore, con i miner della testnet che non riuscivano ad attivare la transizione. Secondo il client developer di Ethereum, tale Alfri Schoeden, questo fatto era dovuto ad 'un problema di consenso' che aveva fatto nascere un 'three-way fork' tra Geth e Parity, i due client di Ethereum.

A seguire, Schoeden ha evidenziato che "l'hashpower aggiunto di recente ha causato una riduzione dei blocktime, anticipando così l'hard fork e facendolo ricadere di sabato". Insomma, secondo lui si sarebbe trattato del "peggior momento per un fare hard fork". Andando avanti, Schoeden ha sottolineato che gli utenti hanno avuto decisamente poco tempo per aggiornare i loro client - il fork è avvenuto soltanto sei giorni dopo il rilascio dell'ultima release di Geth, e solo un giorno dopo l'ultima release di Parity. Oltretutto, secondo quanto pubblicato dalla 'Fellowship of Ethereum Magicians' qualche giorno fa, gli sviluppatori avrebbero scoperto un bug di consenso in Parity che evidentemente non ha fatto altro che complicare lo scenario.

Ecco la precisazione di Schoeden sul motivo del ritardo di due ore per avviare l'elaborazione del blocco 4.230.000: di fatto, non c'era nemmeno un miner sulla chain Constantinople. Ancora, ha precisato che attualmente la comunità di Ethereum non dispone di un sistema di monitoraggio per i fork della testnet, a parte la citata piattaforma di monitoraggio della rete Ethereum Roapster. La quale, però, non rivela dettagli sulle diverse catene.

Per chi si chiedesse a cosa serve questo hard fork e soprattutto che benefici porta, ecco la risposta: il fork Constantinople è un aggiornamento di Ethereum a livello di sistema, ed è progettato allo scopo di aumentare l'efficienza della rete, ridurre il block reward per i miner (la ricompensa in Ethereum per chi fa mining) ed introdurre modifiche al meccanismo di consenso della rete Ethereum che rendano la criptovaluta più resistente ai miner ASIC (i computer estremamente efficienti e costruiti solo per fare mining, di contro alle classiche schede grafiche dei computer domestici, meno efficienti).

 

FONTE: https://it.cointelegraph.com

Letto 36 volte