Ethereum 2.0: ultimo testnet, poi ad agosto l’hard fork london

Ethereum 2.0

Ci siamo. Quasi. L’aggiornamento London viene ora implementato sull’ultimo testnet di Ethereum. Se tutto va bene, il 4 agosto avremo l’hard fork su mainnet. Con la EIP-1559, per rendere Ethereum un asset deflazionistico.

Abbiamo parlato di Ethereum 2.0 in questo articolo.

Ledger Nano X - The secure hardware wallet

Tutto è pronto L’aggiornamento London per la piattaforma Ethereum viene ora implementato su testnet Rinkeby. Poi, raccolto il successo anche di questo ultimo testnet, finalmente l’hard fork giungerà su mainnet Ethereum.

In dettaglio, l’aggiornamento in questione introduce una importantissima novità. Si chiama EIP-1559, dove EIP sta per Ethereum Improvement Proposal. Andata su testnet Rinkeby giovedì scorso. Per poi andare su mainnet il 4 agosto.

Tim Beiko è uno sviluppatore di Ethereum. Costui ha diffuso la notizia su Twitter, a questo link.

E siamo in onda. Tutti e tre i testnet sono stati aggiornati con successo a London.

Nota: OpenEthereum diventa obsoleto dopo London. Quindi, non è ancora stato impostato un blocco per Kovan. E probabilmente verrà aggiornato dopo il mainnet.

Precisamente, il lancio sul mainnet avverrà all’altezza del blocco 12.965.000. Che vuol dire, la data suddetta, il 4 agosto. Tutto è iniziato con il primo blocco, prodotto il 24 giugno su testnet Ropsten. Poi, è toccato al testnet Goerli, dal 30 giugno. Ed ora Rinkeby, la fase di test finale prima del lancio sul mainnet.

Quello che ci si aspetta dalla EIP-1559 è introdurre nel network un meccanismo deflazionistico. Attraverso la regolazione dell’attuale meccanismo ad asta per le commissioni sul network. Ossia, l’EIP apporta una “commissione base”, in luogo della commissione più alta.

Sentiamo il parere della società di soluzioni software Ethereum ConsenSys.

Trezor - hardware wallet

Per loro, la pressione deflazionistica sull’offerta complessiva di Ethereum potrebbe aumentare, in parallelo al numero di transazioni eseguite. Appunto, a causa della distruzione della commissione base.

Beninteso, l’aggiornamento EIP-1559 non aspettatevi che riduca le gas fee. Come invece molti sperano. ConsenSys ha recentemente confermato tale assunto, giusto il mese scorso. Evidenziando che le commissioni potrebbero diminuire solo leggermente.

Come effetto collaterale di una commissione base più prevedibile, EIP-1559 potrebbe comportare una riduzione dei prezzi del gas. Supponendo che la prevedibilità dei costi significa che gli utenti pagheranno più del dovuto per il gas meno frequentemente.

Riassumendo, la EIP in parola prevede la distruzione di parte delle commissioni di transazione. Fatto che influenzerà l’offerta di Ethereum. Addirittura, è stato creato un sito web con cui osservare questo meccanismo in azione sui testnet. Al momento, più di 89.000 Ethereum sono stati bruciati sui testnet. Un valore corrispondente di circa 185 milioni di dollari.

Billfodl - seed custodian

FONTE: https://twitter.com/TimBeiko

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *