ETF su Bitcoin di Bitwise: la SEC USA dice no

SEC ed ETF

Bitwise tenta di lanciare negli USA un fondo di investimento, del tipo ETF, basato su Bitcoin. La SEC respinge la proposta.

Abbiamo parlato di investimenti in Bitcoin in questo articolo.

L’ETF è una forma di investimento di tipo fondo. In inglese, Exchange Traded Fund. Sono una categoria di prodotti finanziari a indice quotati. Ossia, sono trattati con quotazioni in borsa e replicano un indice di riferimento (c.d. benchmark) che, ad esempio, segue l’andamento di un gruppo di prodotti azionari, obbligazionari o commodity. Sono ideali per chi vuole uno strumento con interventi minimi e di rischio intermedio tra un fondo di prodotti ed un titolo diretto al prodotto.

Da tempo Bitwise, tra gli altri, prova a creare un ETF che segua un benchmark riferito all’andamento delle criptomonete. Chiaramente, negli USA occorre l’approvazione della SEC, la Securities and Exchange Commission. La quale, a quanto risulta, ha detto no.

Lo afferma in un articolo pubblicato sul proprio portale ufficiale. Nel quale la Commission ha dichiara che la proposta di ETF da parte di Bitwise Asset Management e NYSE Arca non soddisfa tutti i requisiti necessari. In particolare, non dà garanzie sulla implementazione di sistemi che impediscano la tenuta manipolazione di mercato. Tradotto, non ci sono evidenze che l’ETF di Bitwise non sarà oggetto di attività illecite. Ecco le parole di SEC:

La Commission non approva questo cambiamento alle regole. Perché, come verrà discusso in seguito, NYSE Arca non rispetta le norme imposte dall’Exchange Act e dalle Commission’s Rules of Practice. Norme volte a dimostrare che la proposta sia coerente con i requisiti dell’Exchange Act Section 6(b)(5). E, in particolare, con il requisito secondo cui le regole di una borsa valori nazionale debbano essere ‘progettate per prevenire pratiche e atti fraudolenti e manipolatori’.

E dire che in tanti stavano preparando i calici per brindare al primo ETF su Bitcoin.

In tanti avevano affermato che l’ETF su Bitcoin di Bitwise fosse “più vicino che mai“. Ci credeva innanzitutto Matt Hougan. Il Managing Director e Global Head of Research di Bitwise. Secondo il quale con la SEC ormai era fatta.

A dirla tutta, l’organo di regolamentazione USA aveva più volte dichiarato la sua opposizione alla nascita di questa tipologia di strumento finanziario, Hougan, comunque, è sempre restato molto ottimista:

Due anni fa, nel mercato di Bitcoin non c’erano servizi di custodia regolamentati e assicurati. Oggi esistono nomi importanti come Fidelity e Coinbase. Con assicurazioni da centinaia di migliaia di dollari da parte di aziende come Lloyd’s of London.

Insomma, forse con l’ETF di Bitwise è semplicemente fallito il tentativo di oggi. Ma domani Bitwise, o qualcun altro, ci riproverà. E presto o tardi è verosimile che tali strumenti finanziari verranno approvati.

FONTE: https://www.sec.gov

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *