Ernst and Young e Nightfall: transazioni private su Ethereum

Ernst & Young

Parliamo di un colosso di servizi professionali per grandi gruppi ed aziende. Ernst & Young ha sviluppato Nightfall, un suo protocollo blockchain. Che consente a tutti transazioni private su piattaforma Ethereum.

Abbiamo parlato di prodotti di Ernst & Young in questo articolo.

La creatura di Ernst & Young si chiama Nightfall. E’ stata rilasciata su GitHub, il gigantesco repository per sviluppatori di codice open source. Capiamo in dettaglio di cosa si tratta direttamente dall’introduzione a Nightfall riportata su GitHub:

Nightfall integra un set di smart contract e microservizi, ed il set di strumenti ZoKrates zk-snark. Consente transazioni secondo token standard ERC-20 and ERC-721 sulla blockchain di Ethereum. In completa privacy.

Il software è in continuo sviluppo. Per questo è su GitHub. Evidenziamo comunque che un’azienda che tira agli utili, come Ernst & Young, ha rilasciato Nightfall liberamente agli utenti di internet. Non è banale: Nightfall ha richiesto più di 200 sviluppatori della blockchain, per un periodo di circa un anno. In tutto, Ernst & Young stima di aver investito un milione di dollari USA.

Il risultato atteso è il libero utilizzo di un protocollo su piattaforma pubblica Ethereum. Un protocollo che consente però transazioni private, quindi non tracciabili dalla rete pubblica. E, promette l’azienda, sarà una tecnologia a conoscenza zero. Insomma, un prodotto perfetto per essere implementato dalle aziende che vogliono utilizzare una robusta e consolidata blockchain pubblica, come quella di Ethereum. Ma che non vogliono rendere le loro operazioni pubbliche.

La domanda nasce spontanea: che ci guadagna Ernst & Young nel rendere pubblico Nightfall?

Un passo indietro: qual’è l’obiettivo dell’azienda nel rilasciare il prodotto liberamente? La risposta è tutto sommato ovvia. Favorirne lo sviluppo e l’adozione di massa da parte delle aziende ed imprese più disparate. Ernst & Young resterà, chiaramente, dietro le quinte a garantirne lo sviluppo e l’assistenza. Business non da poco, se il prodotto si diffonde come previsto.

Gli use case che Ernst & Young prevede saranno terreno fertile per la propria soluzione sono catene di approvvigionamento, grandi distribuzioni, tracciamento di prodotti alimentari, transazioni private e molto altro ancora. L’implementazione di Nightfall nelle strutture aziendali si preannuncia molto semplice. Infatti, viene eseguito nell’ambiente cloud Microsoft Azure e integrato con le soluzioni software aziendali di SAP.

Paul Brody è il global innovation leader per la blockchain. In una recente conferenza stampa ha dichiarato:

Vogliamo massimizzare l’adozione e il coinvolgimento della comunità. Vogliamo che le persone lo adottino, lo adattino e lo migliorino. Se manteniamo la proprietà, le persone potrebbero non investire così tanto tempo ed energie in qualcosa che potrebbero non controllare. Il modo più pulito per far sì che tutti lo usino è solo quello di rilasciarlo senza vincoli.

Tutto ciò, oltre a consentire la diffusione di Nightfall tra le aziende che decidono di adottare la blockchain, darà impulso all’utilizzo di Ethereum. E quindi la diffusione dei suoi token. Con prevedibili, positive ripercussioni sui prezzi della moneta virtuale.

FONTE: https://www.investinblockchain.com

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *