elezioni USA: che ne pensa Joe Biden del Bitcoin?

Joe Biden - elezioni USA

Ammettiamo che le azioni legali di Trump non portino ad un ribaltamento degli esiti elettorali. In tal caso, il presidente USA è e resta Joe Biden. A proposito, che influenza ed impatti potrà determinare sui mercati crypto?

Abbiamo parlato di elezioni USA e Bitcoin in questo articolo.

Ledger Nano X - The secure hardware wallet

Ci sono azioni legali in corso, promosse dall’attuale presidente USA, Donald Trump. Tuttavia, possiamo assumere con ragionevole probabilità che Joe Biden abbia vinto le elezioni.

Detto ciò, che ne pensa Joe Biden di Bitcoin e mercati crypto? O, più nell’immediato, come reagiranno i mercati alla notizia degli esiti elettorali?

Per provare a rispondere, scorporiamo questa domanda in tre altre domande. Uno, saranno approvati nuovi pacchetti di aiuti economici? Due, il dollaro ne uscirà rafforzato o indebolito? Tre, il mercato azionario si riprenderà?

Partiamo dalla prima domanda.

Trezor - hardware wallet

Trump ha rinviato a dopo le elezioni la discussione sui nuovi pacchetti di sostegni economici. Creando un’aspettativa che Biden potrebbe risolvere. Magari entro dicembre. Con un disegno di legge da 2.200 miliardi di dollari depositato in ottobre al Senato. Ma non ancora approvato.

Chiaramente, nuovi aiuti avrebbero un effetto positivo sul Bitcoin. I quali potrebbero utilizzare nuova liquidità per investimenti su prodotti ad alto rendimento. Come, appunto, le valute virtuali. Ricordiamo infatti che, soprattutto negli USA e già prima di Biden, la percezione del Bitcoin si è evoluta. Passando da bene rischioso ad un asset sicuro. Addirittura, riserva di valore contro l’inflazione.

Domanda due. La ripresa del dollaro.

Partendo da nuovi stimoli economici, il dollaro USA crescerebbe di valore. Evento registrato anche nell’Eurozona. Dove all’approvazione di programmi di aiuti è sempre coincisa una rapida ripresa dell’euro.

Viceversa, da marzo scorso il dollaro ha registrato cattive performance. Favorendo, per contro, beni quotati sulla moneta USA come oro e Bitcoin. Pertanto, un rafforzamento del dollaro potrebbe portare ad una pressione di vendita sul Bitcoin (e sull’oro).

Terza domanda. I mercati azionari.

I quali dovrebbero riprendersi, ora che le elezioni sono terminate. E quindi, con buona pace delle azioni legali di Trump, il clima di incertezza è risolto. Bene, gli analisti prevedono con ciò una ripresa del mercato azionario statunitense.

Certo, le politiche fiscali e ambientali di Biden potrebbero alla lunga portare ad un indebolimento del mercato azionario. Ma, nel breve termine, è verosimile che tali mercati crescano.

Detto tutto ciò, arriviamo alla domanda in titolo. Che pensa il neo presidente USA, Joe Biden, del Bitcoin.

Nello specifico della regolamentazione crypto, parla per lui il consulente generale di Compound Finance. Jake Chervinsky. Secondo il quale Biden non ha ancora espresso la propria opinione al riguardo. Ecco il suo post su Twitter.

Il Presidente in pectore Biden non ha detto espresso pubblicamente il suo punto di vista sulle crypto. Per ora, non è una questione abbastanza grande da giustificare la sua attenzione.

Nell’ecosistema crypto americano, i prossimi quattro anni dipenderanno da chi sarà nominato nei ruoli chiavi del governo. Ne sapremo di più con l’avanzare del processo di transizione.

Già, ma consideriamo anche l’altro scenario. Che le azioni legali di Donald Trump non siano così immediate e dall’esito certo. In tal caso, il team legale di Trump forzerà un riconteggio in ogni Stato contestato. Ebbene, una tale situazione spargerebbe paura e volatilità sui mercati. Ed un immediato tonfo sia delle azioni che degli asset crypto.

Billfodl - seed custodian

FONTE: https://twitter.com/jchervinsky/

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *