Dogecoin: prezzo doppio in poche ore, grazie a TikTok

Dogecoin

Dogecoin cresce del 132% in poco più di 24 ore. Del 100% in poche ore della notte europea. Il tutto grazie ad una sfida, una provocazione su TikTok. Con l’approvazione di nientemeno che Elon Musk.

Abbiamo parlato di pump and dump in questo articolo.

Potere del tam tam. Dogecoin cresce in una notte, come un porcino, grazie al passaparola su Tik Tok.

Se siete investitori in criptomonete e non conoscete Dogecoin, beh, è normale. DOGE è più di un progetto rischioso. Più di una moneta speculativa. Possiamo pensare a questa criptovaluta come una roulette russa.

Ha come simbolo il musetto di un simpatico cane giapponese, lo Shiba Inu. La sua piattaforma è una copia di quella del Litecoin. A sua volta, copia del Bitcoin. Nulla di nuovo da un punto di vista tecnologico. Il progetto è nato a fine 2013, in modo poco serio. Quasi per scherzo.

Ma, inspiegabilmente, andò a ruba: la moneta giunse nel 2014 ad una capitalizzazione di 60 milioni di dollari. 340 milioni di dollari nel 2017. Oltre il miliardo di dollari a gennaio 2018. Con parte dei proventi sono stati finanziati, tra l’altro, i giochi invernali del 2014. Pensate, l’immagine del cane giapponese figurava tra gli sponsor della squadra giamaicana di bob.

Tecnicamente, la moneta è “morta”. Nessuno sviluppatore che abbia pensato, negli anni, ad integrare nuove funzioni. Una moneta che si compra e si vende, tutto qui. Un valore unicamente legato a domanda ed offerta. Un token che vale zero da un punto di vista tecnologico.

La sua domanda, però, non si è mai spenta. Dopo il 2018, insieme a tanti Altcoin, il suo valore è pian piano sceso a valori bassi, certo. Ma non tali da segnare un punto di non ritorno verso la fine del progetto. Progetto che, ripetiamo, si basa unicamente sul fatto che qualcuno ancora compra questa moneta.

Pura speculazione.

Come dimostra l’improvviso aumento di prezzo registrato questa notte, tra il 7 e l’8 luglio. Prezzo raddoppiato. Come mai, si chiedono in tanti?

Ebbene, un utente ha diffuso un video su TikTok in cui esorta tutti ad acquistare Dogecoin. Se lo faranno tutti, dice lui, il prezzo salirà velocemente. Fino ad un dollaro, dice lui. E tutti i possessori della moneta virtuale ci avranno guadagnato. Ecco il link del video.

Una tattica davvero becera. Un banale, ridicolo e spudorato “pump and dump”. Come ovvio, chi ha lanciato l’idea ha pensato bene di acquistare i DOGE a prezzo basso. E quindi, man mano che i “seguaci” acquistano, il prezzo si alza. Finché qualcuno, contentandosi del prezzo raggiunto, comincia a vendere. Ed ecco che il prezzo frena la salita. Da lì in poi, chi compra rischia di trovarsi con un pugno di mosche.

La tattica, però, ha funzionato.

A metà giornata del 6 luglio valeva 0,00000025 Bitcoin. Il 7 luglio, ad inizio serata, ne valeva 29 (con gli stessi zeri di prima) Bitcoin. Cioè un aumento del 16%. Poi stanotte, poco dopo la mezzanotte tra 7 e 8 luglio, il prezzo sale vertiginosamente. Arriva a toccare quota 0,00000058 Bitcoin. +100% in una notte. +132% in poco più di 24 ore.

Il “challenge” virale del Dogecoin su TikTok è decisamente riuscito. Tant’è che il video con l’hashtag #DogecoinTikTokChallange registra quasi mezzo milione di visualizzazioni. Dopo appena 6 giorni dalla pubblicazione. Ad opera dell’utente jamezg97.

Diventeremo tutti ricchi! Attualmente Dogecoin non vale nulla. Ci sono 800 milioni di utenti TikTok. Investite 25 dollari. Quando raggiungerà il valore di 1$, avrete 10.000 dollari. Ditelo a tutti!

Gli fa eco l’utente kindashortidiot, il nome la dice lunga. Costui mostra su TikTok un grafico del Dogecoin e sprona tutti all’acquisto:

Ascoltatemi tutti, questo è Dogecoin. Non importa se non sapete nulla di investimenti. Mettete 25 dollari. E presso saranno 10.000, ok? Se raggiunge 1 dollaro, ne farete diecimila. Forza, provateci!

Qualcuno, invece, mette in guardia.

Un video divenuto subito popolare, hashtag #Dogecoin, avverte tutti dei rischi legati all’acquisto di una moneta senza alcun valore:

Ha lo stesso valore dei soldi del Monopoly.

Al momento, il prezzo è già in fase di discesa. Se avete acquistato intorno al punto massimo, beh, probabilmente non venderete con profitto. Almeno, finché qualcun altro non ripeterà il pump and dump.

La moneta ha raccolto l’approvazione di un importante sostenitore. Nientemeno che Elon Musk, fondatore di Tesla e di SpaceX.

Ad aprile 2019, Musk disse su Twitter che il DOGE “potrebbe essere” la sua criptovaluta preferita. Che gli sembrava “una figata”. Di contro, in un sondaggio su Twitter, dai contorni chiaramente poco seri, la comunità crypto candidò Musk a ricoprire il ruolo di CEO del progetto.

FONTE: https://www.tiktok.com/@jamezg97

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *