CoinMarketCap e Binance: conflitto di interessi?

Binance acquisisce CoinMarketCap

Ne parlammo a suo tempo. L’acquisizione di CoinMarketCap da parte di Binance avrebbe verosimilmente influenzato le statistiche del portale a favore dell’exchange di Changpeng Zhao. Ora, secondo molti i sospetti sono diventati certezza.

Abbiamo parlato di CoinMarketCap e Binance in questo articolo.

Puntata scorsa: Binance acquisisce CoinMarketCap. Ossia, il più noto portale di statistiche su criptomonete ed piattaforme di trading diventa proprietà del maggior exchange di criptovalute. Fin troppo facile immaginare come sarebbe andata a finire.

Puntata di oggi: il portale di statistiche rivede i criteri di classifica degli exchange. Dando estrema importanza ai volumi di traffico. Risultato, guarda un po’, ora CoinMarketCap indica proprio Binance come primo exchange in classifica.

Scontata l’illazione: conflitto di interesse?

Iniziamo da un post su Twitter di Changpeng Zhao, CEO dell’exchange. Nel quale prende l’argomento delle possibili ingerenze di Binance sulle statistiche pubblicate da CoinMarketCap. Partendo proprio dalle modifiche recentemente introdotte nei criteri di elaborazione di tali statistiche.

Attualmente questa classifica è fortemente sbilanciata verso il traffico web. Non è accurato al 100%. Ma migliore rispetto a prima. Continueremo a iterare.

Iniziamo dalle critiche più forti. Alysa Xu. Costui è Chief Strategy Officer di OKEx, un altro exchange. A suo dire, la piattaforma CoinMarketCap è “morta” e non più attendibile per gli utenti.

Equità e giustizia sono alla base di tutte le classifiche. CoinMarketCap è morto. Piangiamo tutti il suo decesso.

Per Xu non sono i volumi i parametri davvero importanti per un exchange di criptovalute. Sono ben altri. Sicurezza. Liquidità. Esperienza utente. E qualità dei servizi:

Nel 2020, nell’era di Internet su mobile, fare una classifica basata sui parametri del web è ignorante o del tutto sfacciato.

Altra opinione. Quella di Bobby Ong. Il cofondatore e CEO di CoinGecko, un altro portale di statistiche su criptomonete. Costui aveva espresso dubbi sull’acquisizione di CoinMarketCap da parte di Binance:

Dopo questa acquisizione, penso che sarà difficile per CoinMarketCap rimanere neutrale e indipendente. Pertanto ora CoinGecko diventa il più grande e indipendente aggregatore di dati sul mercato.

Conflitto d’interessi, sì o no?

Secondo Binance, non esiste.

Appena diffusa la notizia dell’acquisizione del portale di statistiche, i portavoce dell’exchange
hanno subito rassicurato l’utenza che CoinMarketCap sarebbe rimasto indipendente. Ma sono parole che, per molti, non corrispondono ai fatti.

Clay Collins è CEO della piattaforma Nomics, altro concorrente di CoinMarketCap. Ebbene, iniziamo col dire che Binance si trova in prima posizione anche nella classifica degli exchange di Nomics. Detto ciò, Collins evidenzia che Binance potrebbe in futuro risentire negativamente del cambio di parametri di CoinMarketCap:

Binance potrebbe divenire oggetto di uno scrutinio molto più severo. Se si venisse a scoprire che CoinMarketCap ha erroneamente interpretato i dati finanziari in modo da, punto uno, aiutare direttamente Binance e danneggiare i trader. E, punto due, sfruttare la propria posizione per aiutare Binance a ottenere un vantaggio competitivo sleale sugli altri exchange. Anche se queste interpretazioni errate fossero il risultato di un bug.

Per Ciara Sun, Head of Global Markets di Huobi Group, il post su Twitter di Zhao è un’ammissione di colpa:

Il tweet di Changpeng Zhao sostiene che “continueranno a iterare” sul sistema di classificazione di CoinMarketCap. Di certo sembra insinuare il suo coinvolgimento. Ma lascerò che sia la community a giudicare.

Ricordiamo poi che Binance ha subito recentemente un furto di 7.000 Bitcoin.

Fatto per cui, insiste Sun, un tale exchange non dovrebbe mai ottenere un punteggio perfetto:

Oltre alle limitazioni di alcuni dei suoi parametri, come il traffico web, il sistema di classificazione di CoinMarketCap non tiene conto di altri fattori cruciali. Come la sicurezza dell’exchange. La conformità con le normative. Eventuali licenze. Oppure, il numero complessivo di asset gestiti (AUM).

Qualsiasi exchange che ha subito un attacco hacker e al quale sono stati rubati 7.000 Bitcoin non dovrebbe mai ricevere un punteggio perfetto. La conformità è forse uno degli indicatori più importanti per un exchange degno di fiducia. E l’AUM dice molto più su un exchange rispetto al traffico web.

Proporrei persino un parametro basato sul voto della comunità. In sostituzione a una struttura chiara che consenta di stabilire il reale volume di trading di una piattaforma.

Infine, citiamo la voce di Lennix Lai. Director of Financial Markets di OKEx. Che trova non proprio imparziale il nuovo sistema di classificazione di CoinMarketCap:

Tutti sanno che il traffico web è uno dei parametri maggiormente di parte per classificare un exchange. Visto che questo valore potrebbe essere facilmente distorto con il traffico proveniente da dispositivi mobile e VPN.

Ecco perché la maggior parte dei siti di analisi dei dati utilizza un approccio più robusto e scientifico. E classifica gli exchange sulla base di un punteggio composito. Che prende in esame volume, liquidità e profondità di mercato.

Il mio scetticismo deriva dal fatto che CoinMarketCap, che aveva promosso la totale trasparenza dei propri dati tramite l’iniziativa DATA, abbia ora fatto marcia indietro e proposto un parametro di fatto distorto.

Changpeng Zhao si è sentito in dovere di ribattere a tutte queste critiche.

Verso la redazione del portale di notizie Cointelegraph ha chiarito che nessun exchange viene posizionato manualmente, diciamo pure forzatamente, al primo posto:

Non accadrà mai che Binance.com, o qualsiasi altro exchange, venga “manualmente” piazzato alla prima posizione. Il nostro obiettivo è utilizzare una combinazione di fattori. Così da ottenere i dati e le classifiche più accurate per gli utenti.

Se in questo modo Binance.com raggiunge il primo posto, allora è al primo posto. E se non lo è, allora non lo è. Non vi è alcuna modifica manuale volta a modificare l’ordine degli exchange.

Chiarimenti poco convincenti quelli del CEO di Binance sulle accuse di conflitto di interesse verso CoinMarketCap. Binance è certamente tra i primi exchange, non vi è dubbio. Quindi, basta modificare la “formula” che calcola le statistiche in modo da esaltare i punti di forza di Binance rispetto ai concorrenti. Ed ecco, il gioco è fatto.

FONTE: https://twitter.com/cz_binance/

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *