Cina: Hainan sarà la nuova Hong Kong, grazie alla blockchain

regione insulare di Hainan

La regione insulare di Hainan sfrutterà anche le tecnologie alla base delle criptovalute. Per diventare un grande polo di libero scambio con l’estero. Superando così il primato di Hong Kong.

Abbiamo parlato di criptovalute in Cina in questo articolo.

Le tecnologie della blockchain brilleranno, presto, anche sulle bellissime spiagge di Hainan.

Per chi non la conoscesse, è una provincia insulare della Cina. All’estremità meridionale del Paese. Famosa per il clima tropicale, le località balneari e l’entroterra montuoso ricoperto di foreste.

Insomma, un bellissimo posto in cui soggiornare. Che presto, negli intenti del governo cinese, diventerà la nuova Hong Kong. Grazie, anche, alle tecnologie della blockchain. Le autorità cinesi progettano di trasformare Hainan in un grande porto per il libero scambio. Ruolo che, ad oggi, svolge senza competizione il territorio autonomo di Hong Kong.

Le autorità cinesi hanno recentemente illustrato nel portale di news Xinhua il piano di sviluppo in questione.

Con cui trasformare la regione insulare in un grande hub per il libero commercio.

Ed agevolare così gli investimenti ed i flussi di capitali dall’estero verso la Cina. Una nuova Hong Kong.

In dettaglio, il piano per Hainan incoraggia le istituzioni governative a fare uso di blockchain e altre tecnologie all’avanguardia. Per innovare le infrastrutture della regione.

Dovremmo sfruttare a pieno il potenziale delle moderne tecnologie informatiche. Come big data e blockchain. Così da realizzare standard per i servizi governativi. Riprogettare i processi statali. E migliorare i vecchi sistemi di condivisione dei dati.

La Cina pianifica di applicare ad Hainan la tecnologia della blockchain nella gestione delle proprietà intellettuali e delle certificazioni. E realizzare un modello idoneo allo sviluppo di un porto di libero scambio nell’era digitale.

La scelta di Hainan come nuova Hong Kong era stata annunciata dallo stesso presidente, Xi Jinping, ad aprile 2018. A seguire, tra le conferme dell’imprenditoria si è registrata quella di Jack Ma. L’uomo più ricco della Cina. Il fondatore e presidente di Alibaba.

Ebbene, costui ha parlato al Consiglio Consultivo dei Dirigenti Aziendali. Un organo creato appositamente per accelerare lo sviluppo della Zona di Libero Scambio di Hainan. Ed ha dichiarato che lo scopo degli investimenti per lo sviluppo di Hainan è, semplicemente:

Superare Hong Kong. Divenendo un’entità chiave nel commercio internazionale.

Come noto, quando i cinesi prendono una decisione, poi non impiegano molto ad attuarla. Appunto, stando alle previsioni del Comitato Centrale del Partito Comunista Cinese, il porto di Hainan sarà “praticamente completato” entro il 2025. E diverrà “maggiormente maturo” entro il 2035.

FONTE: http://www.xinhuanet.com/

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *