Bitcoin pronto al rialzo, lo dice il metodo Wyckoff

Richard Wyckoff

Lo dice il metodo dell’economista, già analista di Goldman Sachs: il Bitcoin è in fase SOS (Sign Of Strength). Vuol dire che sta per iniziare la fase rialzista. Sarà vero?

Abbiamo parlato di andamento del Bitcoin in questo articolo.

Molto prima dell’arrivo del Bitcoin, Richard Wyckoff è stato un economista ed analisti dei mercati finanziari diventato celebre ad inizio del secolo scorso. Ha sviluppato, tra l’altro, un metodo di analisi dei mercati che consente di identificare i punti di ripresa del mercato. Aspetto cruciale per chi guarda con interesse il prezzo del Bitcoin di questi giorni.

In dettaglio, ci riferiamo alle considerazioni di Murad Mahmudov. Un ex analista di Goldman Sachs. Il quale ha applicato all’andamento del Bitcoin il metodo Wyckoff e ne ha mostrato i risultati in un post sul proprio canale Twitter. Ebbene, secondo lui, ciò mostra che la criptovaluta è pronta ad una nuova fase rialzista.

Guardiamo i numeri. Giusto ieri, il prezzo del Bitcoin infrangeva la resistenza a 7.600 dollari. Stupendo chi pensava si trattasse di una barriera troppo ardua da superare nelle condizioni attuali. Al momento, il prezzo della moneta virtuale si aggira a circa 7.900 dollari. In positivo di oltre il 4% rispetto a ieri.

Veniamo al metodo Wyckoff, e vediamo come applicarlo all’andamento del Bitcoin.

Facciamola semplice. Il metodo in questione prevede di identificare alcuni segnali che fanno capire in che fase di mercato ci troviamo. Ordinate come segue.

  • fase di accumulo, quando la massa di investitori istituzionali (e le cosiddette “balene”) accumulano monete virtuali. Prima degli investitori retail. In modo lento, perché il prezzo non abbia troppi sbalzi. La volatilità è quindi bassa.
  • fase rialzista, in cui gli stessi investitori di sopra spingono il prezzo in alto. Attirando gli investitori retail, che quindi entrano a frotte e provocano e sostengono l’aumento della domanda. La volatilità aumenta sempre più.
  • fase di distribuzione: gli investitori che a suo tempo hanno fatto il pieno di monete virtuali ora iniziano a vendere. Cercando di compensare l’elevato volume di domanda fino a quel punto raggiunto. La volatilità si mantiene relativamente bassa.
  • fase ribassista, avviata appena i grandi investitori hanno esaurito la domanda in eccesso e, soprattutto, hanno venduto a caro prezzo le monete prima accumulate. A questo punto spingono il mercato verso il basso, con un volume di offerta che sovrasta quello di domanda. Il prezzo crolla, la volatilità aumenta vertiginosamente.

Interrompiamo ora la lezione sul metodo Wyckoff, e concentriamoci sull’andamento odierno del Bitcoin.

Allo scopo, diamo un occhio allo schema qui sotto.

metodo Wyckoff - fase di accumulo
metodo Wyckoff, fase di accumulo – fonte Binance Academy

Il grafico descrive la fase di accumulo. La quale, come di vede, inizia rompendo i livelli di resistenza (zona A). Poi, in zona B, oscilla tra livelli di supporto e livelli di resistenza. Quando rompe anche i livelli di supporto, in zona C, segna il punto cosiddetto “spring”. Da quel punto in poi, in zona D, supera i livelli di resistenza e quindi rimbalza nel punto SOS (Sign Of Strength). A seguire, in zona E, si esce dalla fase di accumulo e si passa alla fase successiva, quella rialzista.

Bene. Se abbiamo capito finora, possiamo ora confrontare il modello di Wyckoff, qui sopra, con il reale andamento del prezzo in dollari del Bitcoin, da novembre 2019 ad oggi, qui sotto.

CoinMarketCap - andamento del Bitcoin secondo il modello di Wyckoff
andamento del Bitcoin da novembre 2019 ad oggi – fonte CoinMarketCap.com

Si riconosce chiaramente il punto di ingresso nella fase di accumulo.

Diciamo dopo il 20 novembre. Si riconoscono chiaramente i livelli di supporto, intorno a 6.630 dollari, e di resistenza, intorno a 7.750 dollari. Quello che poco si riconosce, in effetti, è il punto di “spring”. In quanto il prezzo non è (ancora) sceso sotto il livello di supporto di 6.630 dollari. Viceversa, si riconosce chiaramente il punto di SOS, intorno a 7.950 dollari.

Tutto ciò porta a due possibili scenari futuri. Il primo ci dice che, comunque, il punto di SOS è varcato. E quindi, secondo il modello di Wyckoff applicato al Bitcoin, da ora inizia la fase rialzista. In alte parole, la fase di accumulo è terminata. Chi voleva acquistare sotto il livello di resistenza, circa 7.750 dollari, ha, per così dire, “perso il treno”.

Il secondo scenario futuro ci dice invece che il punto di “spring” deve ancora arrivare. Ossia, il prezzo deve ancora scendere un’ultima volta, nel brevissimo periodo, prima di iniziare la fase rialzista. E ciò sarebbe un’occasione molto ghiotta per chi vuole acquistare addirittura sotto il livello di supporto, a circa 6.630.

Torniamo al posto su Twitter.

Secondo Mahmudov il prezzo del Bitcoin avrebbe già raggiunto il proprio bottom. Ossia, il punto di “spring” è comunque passato. Ed è passato pure il punto di SOS. Quindi, d’ora in poi l’unica strada ora percorribile è verso l’alto. Insomma, Mahmudov è per la prima ipotesi summenzionata.

Possiamo quindi attenderci, d’ora in poi, una piena fase rialzista. Con qualche ritracciamento, certo. Ma comunque con prezzi superiori al citato livello di resistenza.

Mahmudov è molto positivo sul futuro della moneta virtuale di qui in avanti. Secondo lui, il Bitcoin raggiungerà nel medio periodo un valore di 100.000 dollari per unità. Ad agosto scorso aveva previsto che, di lì a poco, sarebbe iniziata la fase di accumulo. In realtà iniziata dopo metà novembre. In ogni caso, aveva avvisato che i grandi investitori avrebbero accumulato criptovaluta, così da poter generare ingenti profitti nel lungo periodo:

A prima vista potrebbe sembrare un debole chop per la prossima settimana o giù di lì. Ma il mio intuito mi dice che attorno a questi livelli sta avvenendo un accumulo costante. Non provate a rischiare col breve termine, allargate l’immagine e pensate in grande. A mio parere, il Bitcoin arriverà a 100.000 dollari.

Magari 100.000 dollari no, o chissà tra quanto. Comunque, i grafici parlano chiaro. Stando ai modelli del metodo Wyckoff, la fase rialzista è finalmente alle porte.

FONTE: https://twitter.com/MustStopMurad

2 commenti

    1. beh sì. semplificando molto, il meccanismo è quello. Ricordiamo però che Wyckoff ne ha descritto le dinamiche già negli anni ’30…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *