Bitcoin e criptomonete: la versione di Warren (Buffett)

Warren Buffet - Bitcoin
Tempo di lettura: 2 minuti

Bisogna sempre avere rispetto per l’opinione altrui. Ma, allo stesso tempo, bisogna che ognuno conosca i suoi limiti prima di sparare “a zero” su cose che potrebbe non conoscere adeguatamente bene.

E’ il caso di Warren Buffett, amministratore delegato di Berkshire Hathaway. Il personaggio non è nuovo ad esternazioni dissacranti sulla tecnologia e soprattutto sul mercato speculativo delle criptomonete, come Bitcoin, Ethereum e via dicendo.

Ebbene, anche stavolta Warren Buffett l’ha sparata grossa: durante un’intervista alla CNBC del 25 febbraio, costui ha definito il Bitcoin nientemeno che un’illusione, e ha affermato che “attrae soltanto i ciarlatani“. Insomma, secondo lui è solo fumo negli occhi, roba utile solo per un assurdo gioco d’azzardo fondato sul nulla.

Evidentemente, Warren Buffett non ha mai cambiato idea sulle possibilità del mercato delle criptovalute, che lui definisce “un’illusione, praticamente“.

A suo dire, infatti, il Bitcoin non ha alcun valore unico poiché “la blockchain non dipende dal Bitcoin” e soprattutto non produce nessun tipo di valore.

Citando ancora le su parole:

Puoi rimanere a guardare un Bitcoin tutto il giorno, e non produrrà nessun piccolo Bitcoin o qualcosa del genere. È un’illusione, praticamente.

E sempre dello stesso tono ha aggiunto: “chissà in che situazione ci troveremo l’anno prossimo“, ribadendo che “le criptovalute faranno una brutta fine“. Parole forti, come quelle che seguono, dette dal vicepresidente di Berkshire Hathaway Charlie Munger sull’intero mercato delle criptovalute:

La gente compra letame e voi pensate: “Devo farlo anche io!”

Insomma, sia Charlie Munger che Warren Buffett sono persone di acclarato successo in ambito finanziario, senza dubbio. Ma questo non vuol dire che conoscano, e quindi possano giudicare in piena coscienza, le possibilità ed il futuro del mercato delle critomonete. Semplicemente potremmo suggerire di applicare uno dei principi sacri, guarda un po’, proprio a Buffett: investi, giudica e parla solo degli asset che conosci. Perché non puoi conoscerli tutti.

FONTE: https://it.cointelegraph.com

2 commenti

  1. Quindi trattare criptovalute e’ roba da ciarlatani mentre investire in shares o stocks di società che si sono comprate il rating dai vari S&P o Moody’s che cosa è? Probabilmente Warren Buffett si e’ perso a suo tempo il treno del Bitcoin e ora si comporta come la “volpe con l’uva” o semplicemente i suoi giudizi sono solo dovuti a un po’ di demenza senile.

  2. credo che ognuno sponsorizzi i prodotti in cui crede e, magari, che meglio conosce. Mr. Buffett – che non conosce il mondo delle criptomonete – dovrebbe limitarsi a commentare SOLO gli asset che ha dimostrato di saper padroneggiare…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *