Bitcoin Cash: un indirizzo, più della metà delle transazioni

Bitcoin Cash virtual currency
Tempo di lettura: 2 minuti

Il mercato è manipolato. Drogato, se volete. Lo sappiamo, lo scriviamo, lo ricordiamo continuamente. Oggi ne abbiamo ulteriore prova. Un solo wallet, un solo indirizzo è responsabile di più della metà delle transazioni avvenute in tutta la blockchain di Bitcoin Cash.

Abbiamo parlato di Bitcoin Cash in questo articolo.

Sulla blockchain, sappiamo, tutto avviene alla luce del sole. Tramite un explorer pubblico, possiamo svolgere diverse analisi sulle transazioni avvenute. Tipo vedere quali indirizzi di Bitcoin Cash generano il maggior traffico.

Lo ha fatto un utente di Twitter, dal nickname “I am Nomad”. Con un post su Twitter pubblicato ieri 5 maggio, ha rivelato l’indirizzo di un wallet che è risultato responsabile di oltre la metà delle transazioni di Bitcoin Cash effettuate nel mese scorso.

Potete vedere l’attività dell’indirizzo in questione sul BCH explorer, a questo link. Ebbene, ha iniziato a scambiare monete l’8 aprile. Ed ha continuato a farlo, a ritmo frenetico. Tanto che dopo appena un mese, ad oggi ha accumulato più di 587.000 transazioni.

Non parliamo, tuttavia, di un account ricco. Le tante transazioni che vediamo sulla blockchain riguardano spostamenti in ingresso ed uscita di quantità di denaro miserrime. Cifre irrisorie di BCH, mosse in un senso o nell’altro ad intervalli regolari. Generando, così, un flusso di circa tre o quattro nuove transazioni al secondo.

In questo preciso istante, l’indirizzo ha ricevuto 23.566 dollari USA, pari ad 81 BCH.

Ed ha inviato 22.314 dollari, pari a 77 BCH. Il saldo è quindi di 1.251 dollari, pari a 4 BCH. Non è un wallet ricco, come dicevamo.

Il punto è che, da quando è stato creato il wallet con l’indirizzo in parola, tutta la blockchain di Bitcoin Cash ha elaborato 1,17 milioni di transazioni. In altre parole, circa la metà di tutte le transazioni registrate dalla catena di blocchi proviene dal questo wallet. Allora, ecco la domanda. Che interesse ha un utente a registrate così tante transazioni di valore ridicolo?

La prima illazione è abbastanza ovvia. Qualcuno sta tentando di generare traffico caotico. Con l’unico scopo di far sembrare la rete molto più utilizzata di quanto in realtà non sia. Un po’ come chi riempie un bar semivuoto di “figuranti”, solo per farlo sembrare ben frequentato.

Una seconda ipotesi è la seguente. Semplicemente, tutte queste piccole, ridicole transazioni potrebbero essere eseguite a scopo di test della rete. Ad opera di sviluppatori. Al limite, anche come una sorta di gioco. Tutto è possibile. In fondo, le transaction fee per lo scambio di BCH sono relativamente basse.

Aldilà di quale sia il perché di tante, apparentemente inutili transazioni, resta un fatto fondamentale. L’effetto di un così falsato volume di scambi produce un effetto molto negativo per gli utenti “normali” che operano in Bitcoin Cash. Li inganna. Mette a rischio la loro fiducia nel mondo delle criptomonete. Li induce a pensare che il mercato di monete virtuali sia estremamente liquido. Invece, non è così. I volumi di scambio “veri” sono meno della metà. Tornando alla metafora del bar, i clienti veri sono molto pochi.

FONTE: https://twitter.com/IamNomad

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *