Bitcoin Cash SV: delisting dai più importanti exchange

delisting di cryptocurrencies

Chi segue Bitcoin Cash SV (BCH SV), frutto dello scellerato fork di Bitcoin Cash, in queste ore assiste ad un inesorabile crollo del suo valore. E’ il risultato dell’annuncio del delisting della moneta virtuale da Binance prima, e da tanti altri subito dopo.

Abbiamo parlato di andamento delle criptomonete in questo articolo.

Quello che abbiamo visto nelle ultime 48 ore è stato un vero e proprio effetto domino. Prima, ha iniziato l’exchange globale Binance, che ha annunciato il delisting del Bitcoin Cash SV. Prezzo in libero crollo, mercati impazziti. La moneta virtuale numero quattordici per capitalizzazione di mercato stava cedendo circa il 26% del proprio valore, da 0,0140 Bitcoin a 0,0104 Bitcoin. Tutti a vendere il token: sembrava l’annuncio in terza classe dell’affondamento del Titanic.

Tale disastroso inizio di settimana è il risultato del fatto che al coro di venditori si è unito quello degli exchange, che hanno minacciato la fuoriuscita della moneta virtuale dalle loro liste. Il tutto ha formato e continuato a rafforzare l’onda ribassista.

Qualche esempio. Dopo sole tre ore dall’annuncio di Binance, l’exchange Svizzero Shapeshift, per voce del CEO Erik Voorhees, ha annunciato il delisting del Bitcoin Cash SV dai loro servizi. Nel mentre, anche l’exchange statunitense Kraken ha fatto capire che avrebbe messo ai voti la scelta di seguire la stessa tattica. Poi, l’exchange Bitforex ha dato la medesima notizia: avrebbe avviato un sondaggio tra i propri utenti per decidere del delisting di Bitcoin Cash SV.

Restando a BitForex, su 50 mila voti, oltre il 55% dei partecipanti al sondaggio ha espresso parere favorevole al delisting. BitForex procederà conseguentemente, a breve.

L’exchange Bitrue ha invece deciso direttamente la messa al bando della criptomoneta.

Comunicando il razionale tramite un tweet:

Per preservare la nostra integrità e la fiducia della comunità, rimuoveremo
BCH SV dalle liste di monete supportate. Prima che causi problemi e distrugga più fiducia nel mercato delle criptovalute! Il delisting di Bitcoin Cash SV avverrà entro 24 ore. Nel frattempo, i prelievi saranno mantenuti aperti.

E non è finita. Anche l’exchange britannico Bittylicious ha annunciato il delisting del Bitcoin Cash SV. Intanto, perché gli scambi di tale criptovaluta avevano volumi relativamente bassi. Poi, perché la comunità di utilizzatori ed entusiasti di BCH SV risultava un ambiente tossico ed altamente litigioso.

La lista di exchange anti BCH SV continua. Bitcoinrewards e Cryptoradar, ad esempio, hanno comunicato l’intento di mettere alla porta la criptomoneta.

La caduta agli inferi di BCH SV ha fatto il gioco di Monero e Dash, che quindi hanno recuperato terreno nella classifica globale di monete per capitalizzazione di mercato.

Saprete che il tono usato da Binance per annunciare il delisting del Bitcoin Cash SV è stato degno del richiamo del Comandante De Falco all’ammutinante Comandante Schettino. Con un tweet, il CEO di Binance Changpeng Zhao aveva scritto: “Anymore of This Sh!t, We Delist“.

Ebbene, forse ciò potrebbe non essere la fine del BCH SV. Subito dopo il tweet del CEO di Binance, è stato lanciato un exchange di criptovalute basato esclusivamente su Bitcoin SV. SI chiama FloatSV, nato in collaborazione con OKEx. Sarà questa la fenice della “Satoshi Vision“, o è l’ennesimo fumo negli occhi degli investitori?

FONTE: https://ambcrypto.com

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *