Sabato, 06 Ottobre 2018 12:00

Bitcoin: abbiamo toccato il fondo?

Nel gergo finanziario si chiama, appunto, bottom: il fondo del barile, il punto sotto il quale non è previsto scendere. Ma si può solo salire. Lo sperano gli investitori.

Riprendiamo a parlare di mercati di monete virtuali, dopo questo articolo.

Lo dice Spencer Bogart, un esperto di criptovalute e di blockchain che opera nella società d'investimento in criptovalute Blockchain Capital. Secondo lui, il prezzo del Bitcoin ha di fatto raggiunto, per l'anno in corso, il punto di bottom. D'ora in poi, terminata la fase stagnante, non può far altro che salire.

Ne ha parlato durante la trasmissione 'Fast Money' di CNBC. In particolare, queste le affermazioni di Bogart:

"Abbiamo registrato un ribasso di circa il 70 percento rispetto ai massimi, per questo credo che il Bitcoin abbia quasi raggiunto il fondo, proprio come il resto del mercato".

"Le recenti notizie positive legate al settore delle monete digitali sono la legna da ardere che lanceremo nel futuro falò delle criptovalute, quando avremo il prossimo mercato rialzista".

"Verso la fine dello scorso anno, quando eravamo al picco dell'ultimo mercato rialzista, sembrava che le notizie negative non avessero alcun effetto sui mercati. Adesso stiamo assistendo all'avvenimento opposto: nonostante una settimana di notizie come quella di TD, Ric Edelman e Yale, i prezzi non sono stati per nulla influenzati".

Tutto sommato, le previsioni di Bogart sono concettualmente in linea con quelle di molti altri importanti esperti del mercato delle criptomonete. Tanto per citarne uno, lo scorso mese Mike Novogratz, il noto fondatore della società di investimento in criptovalute Galaxy Capital Management, aveva detto che il fondo dei mercati era stato finalmente raggiunto, e che ora bisogna solo attendere la ripresa.

A questo coro positivista si aggiungono anche gli investitori istituzionali, che quindi confidano nella futura crescita del Bitcoin. Citiamo ad esempio una ricerca pubblicata da Fundstrat Global Advisors, secondo la quale il 57 percento delle aziende che operano a Wall Street prevedono che entro il 2019 il Bitcoin toccherà l'ambito valore di almeno 15.000 dollari USA. Unico limite, a quel punto, la luna.

Recentemente, il Bitcoin ha fatto registrare delle oscillazioni del proprio prezzo relativamente modeste. Al momento, infatti, la moneta virtuale viene scambiata per circa 6.606 dollari USA, ossia registra un positivo di appena lo 0,5 percento rispetto alla giornata precedente. Decisamente stabile.

 

FONTE: https://it.cointelegraph.com

Letto 35 volte