Binance: Singapore fa rimuovere le coppie con il proprio dollaro

Binance exchange

Il popolarissimo exchange è di nuovo costretto a bloccare alcuni suoi servizi. La Monetary Authority of Singapore, infatti, ha avvertito che Binance potrebbe aver violato le norme sui pagamenti. Per reazione, l’exchange rimuove ogni opzione di trading e banking in cui figura come valuta fiat il dollaro di Singapore.

Abbiamo parlato di Binance in questo articolo.

Ledger Nano X - The secure hardware wallet

Novità per i clienti di Binance che usano il dollaro di Singapore. L’exchange di criptovalute globale ha da poco fatto sapere di voler interrompere alcuni servizi chiave con Singapore. A causa dell’azione mossa dai regolatori finanziari dello stesso Paese asiatico. Che avrebbero accusato la società crypto di violazione di leggi sui pagamenti.

Fatto sta, dal 9 settembre gli utenti di Binance a Singapore non potranno più acquistare criptovalute o ricevere pagamenti denominati in dollaro di Singapore (SGD). Ecco il link con l’annuncio ufficiale. Non solo. L’applicazione per dispositivi mobili di Binance verrà rimossa sia da Google Play che dall’Apple Store.

In dettaglio, Binance ha confermato la rimozione di tutte le coppie di trading con SGD alle 04:00 UTC del 9 settembre. Gli utenti interessati dovranno quindi completare tutti i propri trade peer-to-peer almeno 24 ore prima di tale termine.

Cosa è successo?

Trezor - hardware wallet

La Monetary Authority of Singapore, o MAS, il 2 settembre scorso ha espresso una posizione molto dura contro la società crypto. Per MAS, l’azienda è sospettata di aver violato il Payment Services Act. L’exchange è stato quindi “nominato” all’interno della Investor Alert List, visionabile a questo link. Un elenco ufficiale di entità molto particolari.

Entità non regolamentate. Che, sulla base delle informazioni ricevute dal MAS, potrebbero essere state erroneamente percepite come autorizzate o regolamentate dal MAS.

Ormai un accadimento del genere non ci stupisce più. Binance è preso di mira da molte autorità finanziarie. Praticamente in tutto il mondo. A causa, dicono, del mancato rispetto delle normative locali. Tipicamente, per l’offerta di particolari servizi finanziari senza il possesso di adeguata licenza.

L’elenco dei Paesi le cui autorità si sono espresse contro Binance è ad oggi corposo. Italia. Malesia. Polonia. Germania. Regno Unito: Isole Cayman. Thailandia. Canada. Giappone. Addirittura il Sudafrica. Dove, di recente, il regolatore locale ha sconsigliato ai propri cittadini di adoperare i servizi dell’exchange.

Tuttavia, Binance rimane il mercato di trading crypto con i volumi maggiori. Pensate, soltanto domenica scorsa ha elaborato scambi per un valore di oltre 24 miliardi di dollari.

Billfodl - seed custodian

FONTE: https://twitter.com/binance

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *