Binance: dai burn trimestrali di BNB all’auto burn

Binance Coin

Il colosso asiatico di trading crypto introduce una modalità automatica per disfarsi dei BNB, la moneta governativa della piattaforma. Finora i BNB erano oggetto di burn trimestrale. Ora, invece, Binance introduce l’auto burn. Con una formula che include i blocchi generati e il prezzo di BNB.

Abbiamo parlato di Binance in questo articolo.

Ledger Nano X - The secure hardware wallet

Il colosso crypto ne dà formale annuncio in un post a questo link. Binance ha implementato un nuovo protocollo cosiddetto “auto burn” per il BNB. Il Binance Coin. Un meccanismo di controllo della valuta circolante che sostituisce il meccanismo attualmente in funzione. Con il quale si effettuano burn a cadenza trimestrale.

Un cambio di funzionamento della rete del Binance Coin che in qualche modo era atteso dalla comunità. Così, Binance ha modificato il suo protocollo di burn trimestrale per il token BNB. Tra i benefici dichiarati dalla piattaforma crypto: una maggiore trasparenza e prevedibilità alla comunità. Ossia, la distruzione dei BNB avverrà automaticamente. Sia in base a una formula composta da dati on chain sui blocchi totali generati che dal prezzo medio del token in questione.

Ad oggi, due meccanismi agiscono per svolgere il burn del BNB.

Trezor - hardware wallet

Il primo è il burn in tempo reale di una percentuale delle commissioni per il gas su Binance Smart Chain. Il secondo, invece, è il burn trimestrale basato su un meccanismo chiamato “Accelerated Burn Program” di Binance. Appunto, il meccanismo che verrà sostituito da quello di auto burn.

Per chi lo ricorda, sin dal lancio del token BNB Binance promise di distruggere 100 milioni di BNB. Cioè, metà dell’offerta totale originale. Ebbene, quando l’offerta totale di BNB in circolazione di BNB scenderà sotto i 100 milioni, l’auto burn si interromperà.

Viceversa, con il più recente burn trimestrale Binance ha rimosso dalla circolazione ben 1.335.888 BNB. Pari, prezzo di allora, a poco meno di 649 milioni di dollari. Mentre a luglio scorso, Binance ha effettuato il burn di 400 milioni di dollari in BNB: era il 16esimo burn trimestrale.

Al momento, il prezzo del BNB viaggia intorno ai 530 dollari. Ha perso, nel mese, circa il 9%. Il prezzo è distante oltre il 23% dal suo massimo storico. Pari a circa 691 dollari, registrato il 10 maggio scorso. Teniamo infine conto che, da inizio 2021, il token ha segnato una crescita di quasi il 1.300%.

Billfodl - seed custodian

FONTE: http://www.binance.com

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *