Mercoledì, 12 Dicembre 2018 09:35

Binance Academy: criptocultura per tutti

Binance, il noto exchange di criptovalute, ha lanciato una piattaforma educativa che, in modo semplice e con contenuti accessibili a tutti, tenta di creare informazione sul mondo delle monete virtuali e della blockchain.

Torniamo a parlare, dopo questo articolo, di criptomonete.

Si sa, la paura spesso è figlia dell'ignoranza: si teme ciò che non si conosce a fondo. Ciò vale anche per le criptovalute: pochi sanno veramente cosa c'è dietro, in termini sia tecnologici che normativi che speculativi, e tale carenza di educazione porta ad un timoroso sospetto che ci sia dietro la fregatura.

Proprio per creare maggiore conoscenza sul fenomeno delle monete virtuali, il popolare exchange Binance ha lanciato una raccolta di contenuti educativi, che oggi contiene già 500 articoli altamente educativi. E' previsto anche il supporto alla lingua italiana, insieme a tante altre lingue straniere.

In particolare, il progetto prende il nome dalla nuova divisione della compagnia: Binance Academy, dedicata all'educazione della comunità di utenti e sviluppatori legati al mondo delle monete virtuali. Spiega Ted Lin, Chief Growth Officer di Binance: "Le informazioni errate si diffondono molto velocemente. Le persone citano spesso articoli inesatti o ingannevoli. Con Binance Academy, il nostro obiettivo è offrire una piattaforma assolutamente neutrale, contenente informazioni di qualità, educative e imparziali".

Basta quindi andare al link della accademia e scoprire contenuti ed informazioni su blockchain, economia e sicurezza, ma anche tutorial e guide. Tale campagna informativa è particolarmente utile in un momento difficile per il Bitcoin e le altcoin: l'identità stessa del Bitcoin è oggi apparentemente messa in discussione, dopo i disordini causati lo scorso mese dalla hard fork di Bitcoin Cash (BCH) e le rivendicazioni di alcuni sostenitori del BCH quale "vero Bitcoin".

Il progetto è analogo a quello messo a punto da altre istituzioni operanti nel settore delle criptovalute, addirittura alcune totalmente esterne all'industria ed al marketing delle monete virtuali: ad esempio, da ottobre il governo di Gibilterra offre corsi di formazione per la conoscenza e lo sviluppo di applicativi su blockchain. Analogamente, da settembre la startup ConsenSys collabora con la piattaforma d'apprendimento Coursera e con svariati docenti della Oxford University per offrire corsi sulla tecnologia della blockchain.

 

FONTE: https://it.cointelegraph.com

Letto 44 volte