Ben Edgington di ConsenSys: Ethereum 2.0 entro fine anno

Ethereum 2.0

Secondo uno sviluppatore di ConsenSys, presto avremo lo smart contract per i depositi di Ethereum 2.0. E, udite udite, entro l’anno inizierà lo staking della nuova piattaforma.

Abbiamo parlato di Ethereum 2.0 in questo articolo.

Ledger Nano X - The secure hardware wallet

Ben Edgington è sviluppatore di ConsenSys, una società USA di software in ambito blockchain.

Costui ha pubblicato un interessantissimo articolo. Ecco il link dell’articolo. In cui parla del lancio del “V1.0.0 release candidate 0”. L’indirizzo di uno smart contract molto atteso. Ossia, quello di deposito per il protocollo Ethereum 2.0. In altre parole, questo smart contract consentirà di inviare monete virtuali Ethereum dalla piattaforma attuale a quella 2.0 tanto attesa.

Stando alle affermazioni di Edgington, questo indirizzo Ethereum dovrebbe essere reso pubblico in settimana. Ed è davvero l’ultima tappa necessaria per consentire il lancio della fase iniziale del progetto. La Phase 0 di Ethereum 2.0.

A quanto mi risulta, siamo pronti a partire. Lo smart contract di deposito arriverà nei prossimi giorni. La genesi della beacon chain tra 6, 8 settimane.


Ma attenzione, avverte lo sviluppatore del gruppo ingegneristico PegaSys.

Non è una dichiarazione ufficiale.

Frase che, detta così, suona un po’ come un “qui lo dico e qui lo nego”.

Trezor - hardware wallet

Ad ogni buon conto, ricordiamo che il lancio della Phase 0 richiederà 500.000 Ethereum. Che verranno bloccati in staking in seguito all’attivazione della Beacon Chain. Poi, una volta attivata, seguirà una settimana di attesa. Per dare al network tempo per “prepararsi”.

Tante sono le migliorie introdotte con il nuovo protocollo di Ethereum, dice Edgington. Una migliore protezione da attacchi (Distributed) Denial Of Service, DDoS. Un saggio ritardo dalla genesi, come detto.

E forti sanzioni per validatori di blocchi che non seguono le regole. Sanzioni introdotte ed incrementate in risposta ai problemi verificati durante i vari, ultimi testnet. Come il testnet Spadina di fine settembre. A cui è stata data poca partecipazione.

Ciononostante, Edgington, il network di Ethereum è pronto alla transizione verso la Phase 0.

Credo che la gente si stia annoiando con i testnet. È ora di procedere, dobbiamo lanciare la Phase 0 il prima possibile.

Va detto che l’ultimo testnet, Zinken, ha avuto risultato complessivamente positivi. La pensa così Anthony Sassano di Set Protocol, la nota piattaforma di asset “tokenizzati”. Per lui, il testnet era l’ultima prova generale prima del lancio della nuova piattaforma.

Billfodl - seed custodian

FONTE: https://hackmd.io/@benjaminion

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *