balena di Bitcoin sposta 1,3 miliardi di dollari in tre minuti

allarme cryptocurrencies whale

Una “Bitcoin whale”, al momento un ignoto utente, sposta in tre transazioni adiacenti la cifra complessiva di più di 132 mila Bitcoin. Ossia, l’incredibile somma di 1,3 miliardi di dollari. Non è la somma più elevata in Bitcoin mai mossa. Ma poco ci manca.

Abbiamo parlato di grandi transazioni in criptovalute in questo articolo.

La balena di Bitcoin è ancora anonima. Anche se, quando si parla di così ingenti somme, è forte il sospetto che si tratti di un exchange o un servizio di deposito.

Ad ogni buon conto, i fatti. Un utente anonimo ha spostato nella giornata odierna ben 132.255 Bitcoin in tre transazioni. Ciascuna di più di 40 mila Bitcoin. Registrate a circa un minuto di distanza l’una dall’altra. Tutto è visibile sulla blockchain: primo link, secondo link e terzo link delle transazioni. L’indirizzo in questione è 3FDWNdFxrJxXoF4hWXF4dkc1FFxsNyKAHh. Il blocco è il 634.133.

Ciascuna transazione, ai prezzi attuali, pesa più di 400 mila dollari. Tutte insieme, pesano oltre 1,3 miliardi di dollari USA.

Una cifra pazzesca.

Il Bitcoin resta saldo sopra i 9.800 dollari, e tenta di oltrepassare la soglia dei 10 mila dollari. Probabilmente, la balena di Bitcoin ha deciso che questo era il momento buono Come detto, la comunità non ha molti dubbi. Se non si tratta di un exchange, comunque l’indirizzo sarà riconducibile ad un istituto di servizi finanziari.

Per chi ama le statistiche ed i record, questa non è la transazione più ingente in Bitcoin. Ad aprile scorso si era registrata una singola transazione da ben 161.500 Bitcoin, pari allora a circa 1,1 miliardi di dollari. Si trattava , dell’exchange di criptovalute Bitfinex.

Tuttavia, la più grande balena di Bitcoin si è registrata il 16 novembre 2011. Furono trasferiti addirittura 500.000 Bitcoin. Quando la criptovaluta, chiaramente, valeva molto meno di oggi. Pensate, allora la transazione valeva circa 1,3 milioni di dollari. Oggi, invece, ne varrebbe 4,9 miliardi.

FONTE: https://www.blockchain.com/

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *