Bakkt: aumentano ancora i volumi dei contratti futures di Bitcoin

Bakkt e Bitcoin Futures
Tempo di lettura: 2 minuti

1.756 contratti futures di Bitcoin negoziati sulla piattaforma di Bakkt in un giorno. Un nuovo record. Che ci fa capire l’interesse degli investitori per il futuro dei mercati di criptovalute.

Abbiamo parlato di Bakkt e di futures di Bitcoin in questo articolo.

Le negoziazioni su piattaforma Bakkt di contratti futures di Bitcoin va alla grande. Ne dà lieto annuncio la società stessa che ha creato ed ora gestisce, ormai da due mesi, l’omonima piattaforma di negoziazione dei prodotti finanziari in questione.

Sul proprio canale Twitter, Bakkt annuncia di aver raggiunto un nuovo, incredibile risultato positivo. Un nuovo record. Il giorno 9 novembre, ieri, Bakkt ha segnato un nuovo record:

Oggi abbiamo infranto un nuovo primato. Sono stati scambiati 1.756 contratti Bakkt futures di BItcoin.

Più precisamente, al notevole volume giornaliero di 1.756 contratti dobbiamo associare l’altrettanto cospicuo valore complessivo in dollari USA. Parliamo di circa 15,5 milioni di dollari. Già il giorno prima, 8 novembre, il volume di contratti scambiati aveva raggiunto cifre molto elevate. Ben 834 contratti. Per un valore di circa 738 milioni di dollari.

Diamo un’occhiata al grafico dei volumi di contratti futures. Prodotto dalla stessa Bakkt e diffuso su apposito canale Twitter. Il grafico vuole mettere in confronto l’andamento dei volumi di contratti con il prezzo della criptovaluta.

Bakkt: volumi giornalieri di scambio di futures di Bitcoin

Qualcuno si chiederà: come mai, quando i volumi aumentano, a volte il prezzo del Bitcoin scende?

Giusta domanda. Ma ricordiamo la differenza tra un contratto futures e la negoziazione del prezzo del Bitcoin.

Volendo semplificare, il contratto futures è uno strumento con cui stabilizzare (assicurare, se volete) il prezzo di un bene. Il quale, diversamente, subisce qualunque tipo di oscillazione. Quindi, tanti contratti futures di Bitcoin vogliono dire che gli investitori hanno fiducia nel bene in questione. Hanno fiducia nel futuro del Bitcoin come valore di scambio. Ma ciò non ha una corrispondenza diretta con il prezzo istantaneo del Bitcoin stesso. Che, invece, è governato da una mera legge di domanda ed offerta. E quindi “vittima” di ogni tipo di speculazione.

Chiarito questo aspetto, torniamo al prezzo del Bitcoin. Mentre Bakkt gioiva dei recenti volumi altissimi dei propri futures di Bitcoin, la moneta virtuale subiva una nuova contrazione di prezzo. E’ tornato, infatti, sotto i 9.000 dollari. Chi dice che gli investitori stiano tenendo il prezzo basso in attesa di importanti rialzi di fine anno. Chi invece dice che, fino al nuovo halving di maggio 2020 la situazione resterà così “congelata”. Staremo a vedere.

Fatto sta che da inizio settembre, quando la piattaforma Bakkt ha iniziato la propria operatività, i volumi sono sempre andati crescendo. La prima giornata segnò un timidissimo risultato. Appena 71 Bitcoin negoziati, allora pari a circa 700 mila dollari. Poi, il 23 ottobre, ha segnato un primo record giornaliero. Giungendo a 452 contratti negoziati. Il 26 ottobre Bakkt negozia 1.183 contratti futures di Bitcoin, nuovo record. Alla fine, il risultato di oggi: 1.756 contratti negoziati. Possiamo presumere che vedremo, in futuro, nuovi record.

FONTE: https://twitter.com/Bakkt

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *