Giovedì, 13 Dicembre 2018 12:00

Amazon Go: arrivano i negozi senza cassiere

Parliamo di Amazon, uno dei principali store online su scala globale. L'ultima pensata: aprire supermercati automatizzati, senza cassa, dove il cliente entra, si serve e paga con l'App. Il futuro? No, il presente per gli USA, ed ora anche per il Regno Unito.

Ripartiamo a parlare, dopo questo articolo, di Amazon e di tecnologie innovative di marketing. Amazon Go è il nome del progetto di supermercato senza casse di Amazon, una rivoluzione tecnologica che porta impatti importanti per i posti di lavoro. E' già una realtà negli Usa, ed ora entra anche in Europa, a Londra - lo riferisce il Sunday Telegraph. Amazon cerca infatti spazio tra i 300 e i 500 metri quadri in zona Oxford Circus per aprire il proprio supermercato senza casse.

Amazon ha puntato molto su questo tipo di negozi automatizzati: soltanto qualche mese fa ha annunciato l'intenzione di aprirne circa 2 mila negli USA e poi espandersi anche in Europa. E non sono rimasti sterili intenti: già negli Stati Uniti ne sono stati aperti 7, tra Seattle, San Francisco, Washington e Chicago. Addirittura il punto vendita di Seattle era stato per molto tempo utilizzato soltanto dai dipendenti, probabilmente per testare il mercato, e soltanto da qualche mese è aperto al pubblico al contrario di quelli di Chicago e San Francisco.

Vediamo come funziona il servizio in Europa. semplicemente, i clienti non dovranno passare alla cassa una volta che viene terminato l'acquisto. Invece, si scarica l'app dedicata, si entra nel negozio e si scansiona tramite l'app un codice QR (il codice a barre bidimensionali, per capirci). Così, si va agli scaffali e si sceglie il prodotto desiderato. Alla fine, senza dover fare nessuna fila si esce dal negozio passando attraverso i tornelli elettronici: il conto della spesa finirà direttamente nell'app, ossia sul conto Amazon cui è tipicamente collegata la propria carta di credito o conto corrente.

Il sistema è intelligente, semplice per il cliente e soprattutto funziona: ogni movimento dell'acquirente viene registrato dai sensori presenti all'interno del negozio, ad esempio se il cliente prende un oggetto e lo rimette nello scaffale, le telecamere e i sistemi presenti registrano il movimento e addebitano solo quanto effettivamente preso. Merito del machine learning, diciamo dell'intelligenza artificiale. Quindi, il cliente deve solo avere con sè l'App e scansionare il codice del prodotto voluto: al resto pensa il sistema informatico.

Sembra - ed è - una trovata geniale dal punto di vista commerciale: acquisti veloci, senza file o perdite di tempo. Ma il fatto che non ci sia personale al lavoro per gestire la clientela non fa contenti tutti: un negozio senza casse, non ha bisogno di cassieri, quindi ciò implica opportunità di lavoro in meno. Domani, magari, Amazon progetterà anche un sistema automatico per la fornitura dei prodotti sugli scaffali, togliendo anche questa possibilità di occupazione.

Poi, c'è anche il discorso dei sensori puntati addosso: siamo sicuri che non servano anche - e soprattutto - per avere informazioni sulle abitudini di spesa e sugli interessi degli utenti?

 

FONTE: https://www.investireoggi.it

Letto 39 volte