Amazon cerca uno specialista di blockchain per pubblicità

Amazon

Il popolare portale di vendite online cerca un professionista in sviluppo software. Per realizzare una infrastruttura digitale a scopo pubblicitario, analoga a quella delle criptomonete. Tradotto, anche Amazon sta valutando di integrare le tecnologie delle blockchain.

Abbiamo parlato di iniziative commerciali sulle criptomonete in questo articolo.

La notizia esce da Linkedin. Amazon cerca un professionista. In dettaglio, un ingegnere di software che si occupi di sviluppare una blockchain per attività pubblicitaria.

Stando alla job description dell’annuncio su Linkedin, Amazon cerca uno specialista di elevato livello che si unisca al suo team in Colorado. Il gigante dell’e-commerce vuole evidentemente far evolvere le proprie attività pubblicitaria. Sfruttando le tecnologie della blockchain. Ed utilizzando come base dati le sue informazioni sul settore retail ed i suoi servizi cloud.

Ecco in sintesi l’annuncio:

Il nostro nuovo team a Boulder, Colorado, è alla ricerca di un ingegnere del software. Che lavori all’interno del nostro team pubblicitario fintech, focalizzato su ledger Blockchain. E sui sistemi di fatturazione e riconciliazione. Per fornire trasparenza sui dati finanziari internazionali.

La posizione cercata da Amazon come specialista di tecnologie della blockchain è molto delicata. Infatti, l’ingegnere dovrà dedicarsi all’analisi dei requisiti. Alla progettazione ed implementazione dei componenti principali. E dovrà interagire con gli altri ingegneri, specialisti e responsabili del programma. La posizione in questione avrà anche l’onere del supporto operativo e della manutenzione dei sistemi. Della definizione della roadmap tecnica e architetturale dei sistemi.

Amazon evidenzia di privilegiare candidati con esperienza nella pubblicità, nella tecnologia finanziaria e nella blockchain.

Il colosso delle vendite online non si affaccia solo oggi al mondo della blockchain. Già a maggio scorso era uscita la notizia che avesse presentato un brevetto per generare Alberi di Merkle, utili alla soluzione dell’algoritmo di consenso PoW (Proof of Work). Benché ad oggi il progetto generale di Amazon per integrare le criptomonete nella propria infrastruttura logistica o pubblicitaria siano ancora ignoti.

FONTE: https://www.linkedin.com

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *