Sabato, 04 Agosto 2012 14:00

vendo o rottamo l'auto: il premio dell'assicurazione è perso?

Ogni volta che avviene un passaggio di proprietà di un'auto, o equivalentemente la rottamazione dell'auto, il contratto assicurativo evidentemente si arresta. Ma il premio non goduto in qualche modo viene rimborsato? Certo che sì. Ma solo per la parte non goduta di responsabilità civile.

Il Codice delle Assicurazioni prevede che in caso di vendita, furto o demolizione - diciamo in generale in caso di passaggio di proprietà - basta fornire alla compagnia assicurativa la relativa documentazione ( rispettivamente verbale di passaggio di proprietà, denuncia di furto e atto di demolizione) per chiudere unilateralmente il contratto assicurativo ottenendo il rimborso della parte di premio pagata e non goduta al netto delle tasse, delle imposte e delle garanzie accessorie acquistate. In pratica, la parte non goduta di responsabilità civile obbligatoria.

Discorso diverso nel caso la macchina sia venduta, rubata o demolita e se ne acquistasse un’altra. In questo caso, normalmente le compagnie procedono alla sostituzione della polizza vecchia, adeguando il premio alle nuove caratteristiche del mezzo da assicurare. Quindi anche in questo caso tutto logico: se siete in procinto di cambiare macchina o disfarvene, non dovete aspettare la scadenza annuale per non perdere il premio pagato alla compagnia. Basta presentare la giusta documentazione (atti di vendita, denuncia di furto o atto di demolizione) e si paga solo la differenza tra il premio previsto per la vecchia auto e quella nuova. 

 

FONTE: http://www.assionline.com

Letto 2798 volte