Siamo alla resa dei conti per la nota questione degli affitti brevi: fine della discussione, ora le tasse si dovranno pagare. E c'è da aspettarsi che gli oneri a carico, ad esempio, di AIRBNB saranno conseguentemente scaricati sugli utenti. Vediamo come.

Pubblicato in il cittadino
Mercoledì, 14 Dicembre 2016 12:00

Fini: sono un coglione, non sono un corrotto

L'ex Presidente della Camera non può più negare le evidenti irregolarità commesse dai Tulliani. Quindi, per sua stessa ammissione, preferisce la linea del "non lo sapevo". Ma chi ci crede?

Pubblicato in l'Italia dei furbetti

Nel 2012 il colonnello Umberto Rapetto, evidenze alla mano, accusò di frodi fiscali il boss delle slot machine Francesco Corallo ed i suoi complici, compresi politici e loro familiari. Ostacolato ad agire da tutti, si dimise a malincuore. Oggi lo stesso Corallo finisce in manette, ed analogamente finiscono sotto indagine gli stessi personaggi di spicco che hanno contribuito e ricavato ingenti guadagni dallo stesso illecito business.

Pubblicato in l'Italia dei furbetti

Secondo la proposta del PD, per le locazioni di breve periodo stile 'bed and breakfast', viene applicata la cedolare secca del 21%. In più, il proprietario dell'immobile e l'intermediario (il sito web) diventano responsabili in solido del pagamento delle tasse.

Pubblicato in il cittadino
Pagina 1 di 10