La cartella esattoriale divengono per legge nulle - e così diventa l'obbligo a pagare quanto in esse riportato - se non viene esplicitamente evidenziato il tasso di interesse applicato, in modo da quantificare la cifra da pagare da parte del contribuente. Stavolta è la Cassazione a ribadire il concetto.

Pubblicato in il cittadino

In caso di acquisto di immobile, l'agevolazioni fiscale di prima casa è fruita se siamo residenti nel Comune in questione: questo lo sappiamo già. Ma non solo: è fruibile anche se si lavora già nel Comune in questione, anche se non si è (ancora) residenti. Vediamo i dettagli.

Pubblicato in il cittadino

Ci domandiamo cosa succede quando avviene la notifica di una cartella di pagamento per mano di un operatore non abilitato, ad esempio un operatore postale privato. Ossia, è legittima oppure no? E quindi, il contribuente è tenuto al pagamento oppure tal atto deve essere ritenuto non valido e quindi, di fatto, come fosse nullo? Ancora, tale notifica blocca il termine di prescrizione oppure no?

Pubblicato in il cittadino

Siamo ormai abituati al fatto che la prima convocazione alle riunioni di condominio sia "fasulla", nel senso che viene chiamata in orari assurdi, proprio per obbligare tutti i condomini a partecipare alla seconda chiamata. Ma questi modi non sono legittimi, secondo la Corte di Cassazione.

Pubblicato in il cittadino
Pagina 1 di 9